Marquez Re d'Argentina: "Il secondo posto? Meglio a Rossi che a Dovi!"

Lo spagnolo, che in quel di Rio Hondo ha letteralmente annichilito la concorrenza, ha trovato un involontario alleato in Valentino Rossi: a fine gara, prima del podio, i due sono tornati a stringersi la mano

Una gara in testa dall'inizio alla fine, che non ha lasciato ai suoi avversari nemmeno la speranza di poterlo solamente avvicinare: quello di Marc Marquez a Rio Hondo è stato un vero e proprio dominio, imposto attraverso un ritmo semplicemente insostenibile per i rivali.

Una superiorità che, a fine gara, si è tradotta in un vantaggio di ben 9.8 secondi sul... primo degli ultimi, comprensivi di "relax" nel corso di quegli ultimi giri che avevano il sapore di una parata trionfale: la vittoria - la 45^ di Marc nella Classe Regina - ha fruttato al portacolori di Honda HRC la leadership del Campionato, davanti ad un Andrea Dovizioso che ha dovuto accontentarsi del 3° gradino del podio.

"E' stata una giornata perfetta in un week end fantastico" ha dichiarato lo spagnolo dopo essere transitato sotto la bandiera a scacchi "Sono stato molto concentrato sin dalle FP1 e tutto è andato per il meglio, eccetto un piccolo 'singhiozzo' nelle FP4". "Ma ho continuato a spingere, spingere, sapendo che in gara avrei dovuto puntare tutto sui primi 5 giri" ha proseguito Marc "Ho dato tutto e quando ho visto i secondi crescere mi sono stabilizzato sul mio ritmo e ho forzato un po' di meno. Ho gestito gomme e moto, avevo un grandissimo feeling".

Marc, tuttavia, sa bene che non sarà sempre così "facile": su altre piste gli avversari torneranno a farsi sotto, ed è quindi fondamentale sia sfruttare piste amiche come Termas, sia saper incassare nei momenti di maggiore difficoltà: "Ci sono occasioni in cui tocca soffrire, come in Qatar, e dobbiamo saper soffrire" ha ammesso il fenomeno di Cervera "però quando le cose vanno bene bisogna cogliere la palla al balzo, perché non sai mai cosa succederà a volta dopo".

Ora, dopo il GP d'Argentina, Marc è in testa alla classifica generale, con il Dovi staccato di 4 punti: un risultato che paradossalmente è stato reso possibile anche grazie all'aiuto di Valentino Rossi, che proprio sul finale ha strappato la seconda posizione al forlivese rosicchiando punti preziosi all'alfiere Ducati.

"Sapevo che Dovizioso e Rossi stavano lottando, e mi sono permesso di festeggiare prima del traguardo. Non si sa mai cosa riserva il futuro, ma preferivo che Valentino arrivasse secondo, in modo da guadagnare la vetta della classifica" ha spiegato Marc, che a fine gara si è complimentato con Valentino poco prima del podio. Una stretta di mano che permetterà di seppellire l'ascia di guerra?


  • shares
  • Mail