Moto3: Masia, prima pole! Arbolino in prima fila. Italiani favoriti

C’è da dire subito che la novità2019 della Q1 e della Q2 non ha risolto i problemi della scorsa stagione con il gioco delle scie e anche con l’ingresso dei piloti in pista solamente alla fine del tempo a disposizione...

Moto3: Masia, prima pole! Arbolino in prima fila. Italiani favoriti

A differenza dello scorso anno quando l’altalena degli acquazzoni rovinò le qualifiche della Moto3 oggi Giove Pluvio è stato clemente lasciando sul circuito di Termas de Rio Hondo una cappa grigia che alle ore 13 rendeva afosa la zona con l’umidità sopra l’80% e oltre i 25 gradi di temperatura dell’aria e i 32 gradi dell’asfalto.

C’è da dire subito che la novità 2019 della Q1 e della Q2 non ha risolto i problemi della scorsa stagione con il gioco delle scie e anche con l’ingresso dei piloti in pista solamente alla fine del tempo a disposizione. Basti pensare che a cinque minuti dal termine delle Q2 solamente cinque piloti giravano (Toba, Dalla Porta, Lopez, McPhee, Rodrigo) peraltro senza spingere, in attesa che gli altri si decidessero ad uscire dai box.

Evidentemente, così come accade per altre questioni, non è che i problemi derivati dall’impostazione del campionato si risolvono con discutibili trovate. Comunque, tatticismi a parte, alla fine la griglia c’è con davanti a tutti il biondino 19enne spagnolo Jaume Masia su Ktm (1’48.775) alla sua prima pole in carriera.

In prima fila anche l’abbonato (alla prima fila) Aron Canet (+0.319) su Ktm poulain del Team di Max Biaggi e Tony Arbolino (+0.347) sulla Honda del VNE Snipers Team dei pesaresi Cecchini, che proprio su questo circuito conquistò nel 2018 la sua prima pole iridata e che intasca la sua quarta prima fila in carriera.

Seconda fila tutta tricolore con Dalla Porta (+0.353), Antonelli (+0.385), Migno (+0.451) ostacolato nel finale proprio da Masia. Quindi 7° tempo per Fenati (+0.480) che apre la terza fila in coabitazione con Toba (+0.526), Sasaki (+0534) e infine Fernandez (+0.552) che chiude la top ten.

Già nelle Q1 erano accaduti i soliti discutibili arzigogoli con Canet privato del suo tempo per essere andato oltre i limiti segnati in pista poi, però, protagonista in Q2. Diverse le cadute, fra cui il giovane turco Oncu in lotta nel poker per accedere alla Q2 dove entravano dalla Q1 Migno (1’49.496), Canet, Perez, Korfeil.

Due spagnoli davanti a tutti seguiti come un’ombra da cinque italiani in fila indiana. Arretrati i due portacolori dello Sky VR46 Team-Ktm Celestino Vietti 21esimo (1’50.015) settima fila e Dennis Foggia 22esimo (1’50.119) ottava fila chiamati domani a un non facile inseguimento. 15 piloti in un secondo.

Corsa ad alta tensione. Favorito Romano Fenati che dalla prima casella della terza fila potrebbe gestire l’indiavolato carosello … a modo suo. Dicevamo all’inizio di Giove Pluvio che, stando alle previsioni, potrebbe rifarsi vivo domani mattina, proprio allo start della Moto3. Speriamo di no.

  • shares
  • Mail