Domenicali: "Ducati in Moto3? Ha senso, ma non ora"

Il "numero 1" di Borgo Panigale allontana la prospettiva della partecipazione di Ducati alla classe cadetta del Motomondiale

Sono ormai diversi mesi che si ipotizza un possibile ingresso di Ducati in Moto3, ma l'Amministratore Delegato della casa bolognese Claudio Domenicali ha recentemente escluso che tale ipotesi possa concretizzarsi nel breve periodo.

In alcune dichiarazioni rilanciate dal tedesco Speedweek, infatti, il "numero 1" di Borgo Panigale ha parzialmente bocciato l'idea - fortemente caldeggiata dal General Manager di Ducati Corse Gigi Dall'Igna - prendendo per la prima volta una posizione chiara ed esplicita sull'argomento. Nello specifico, Domenicali ha ribadito che Ducati, al momento, non ha programmato nessun budget per questo progetto.

Così l'AD di Ducati Motor Holding ha provvisoriamente "congelato" l'istanza:

"Ho letto anch'io le dichiarazioni di Gigi riguardo alla Moto3 e mi stavo chiedendo se il suo stipendio fosse sufficiente per finanziare questo progetto, perché avrebbe l'ingresso in Moto3 l'avrebbe pagato di tasca sua... [ride2]"

"Scherzi a parte, so bene che Gigi ha quest'ambizione, non è certo un segreto, e va bene perché forse un giorno verrà il momento in cui ci penseremo sul serio."

Domenicali ha comunque precisato che il progetto di Ducati in Moto3 è da ritenersi "accantonato" almeno per un paio d'anni:

"E' un progetto molto sensato per Ducati, perché ci permetterebbe di avere una formazione completa [per i piloti] in questo sport, ma al momento non c'è un piano preciso in questo senso. Quindi non ci entreremo [in Moto3] nel 2019 e neanche nel 2020. Quando arriverà il momento giusto, lo renderemo pubblico."

"Al momento non abbiamo alcun piano per realizzare un monocilindrico da 250 cc per la Moto3, in Ducati non esistono piani per mettere in produzione motori di bassa cilindrata. Ma è una cosa che non possiamo escludere per il futuro."

  • shares
  • +1
  • Mail