Marquez: "Tendere ancora la mano a Rossi? No, grazie..."

"Gliel'ho già data, non è vero?" L'iridato della MotoGP non seppellisce l'ascia di guerra nei confronti del fuoriclasse pesarese della Yamaha

In una nuova intervista rilasciata al quotidiano sportivo spagnolo Marca, il Campione del Mondo della MotoGP Marc Marquez (Honda Repsol) è tornato a parlare del suo controverso rapporto con Valentino Rossi (Monster Yamaha) alla vigilia della prima uscita stagionale della Premier Class a Sepang, sede della prima "tre-giorni" di test ufficili IRTA (6-8 Febbraio).

Come precedentemente annunciato, il 25enne fuoriclasse spagnolo della Honda sarà ancora "a mezzo servizio" nel test malese a causa dei postumi dell'operazione chirurgica alla spalla sinistra dello scorso Dicembre, dalla quale non si è ancora ripreso completamente.

Dopo aver presenziato alla presentazione ufficiale del team Honda Repsol, Marquez ha proseguito nel suo lavoro di riabilitazione, ma i risultati - come spiegato a Marca - sono stati finora inferiori alle attese:

"Sto migliorando. Tre settimane fa avrei detto che stavo ancora male, ma quando stai recuperando ci sono anche momenti di questo tipo, quando le cose sembrano stagnare e poi, improvvisamente, migliorano, e poi sembrano ristagnare di nuovo..."

"Ora siamo al punto in cui possiamo iniziare a fare qualcosa di più in termini di forza fisica: mi piacerebbe averne di più, questo è ovvio, ma ora almeno vediamo miglioramenti in termini di movimento e questo è incoraggiante."

Il 7-volte-iridato di HRC ha comunque confermato di puntare a presentarsi nella miglior condizione possibile per la prima gara stagionale della MotoGP a Losail, in Qatar, in programma il weekend del 10 Marzo, e per questo sarebbe pronto a fare delle "rinunce" in fase di test:

"È evidente che il mio obiettivo è raggiungere il 100% della condizione per il Qatar. Non sarò al 100% [al Test] in Malesia, questo mi è già chiaro anche se ci ho messo un po' ad accettarlo.

"Forse dovrò fare qualche sacrificio, ma il mio obiettivo è essere al 100% in Qatar e penso che ce la farò, o almeno a raggiungere il 90%. Dovremo procedere per gradi perché il recupero si è rivelato più lungo di quanto mi aspettassi."

Nell'ambito della stessa intervista, a Marquez è stato chiesto se sarebbe disponibile a tendere di nuovo la mano al rivale Valentino Rossi dopo il celebre "rifiuto" del pesarese nella Conferenza Stampa di Misano 2018. E la sua risposta a riguardo è stata piuttosto "freddina":

"No. Gliel'ho già data, non è vero? Beh, direi che può bastare così. E' una cosa che fai una volta, poi basta. Io non ho mai avuto nessun rancore o qualcosa del genere nei suoi confronti. Quando mi viene chiesto, lo dico sempre che ammiro ciò che [Valentino Rossi] sta facendo, e che mi piacerebbe farlo anch'io a 40 anni.

"Arrivare a 40 anni ed essere ancora uno dei favoriti al titolo, nel 2019... è una cosa che sognano tutti i piloti. Questo è il minimo, ma poi sarà un rivale in pista."

  • shares
  • +1
  • Mail