Superbike: Ten Kate pronta al ritorno con Suzuki?

Dopo l'improvvisa rottura con lo storico partner Honda, il team olandese potrebbe tornare in WSBK con Suzuki. Si fanno i nomi di Savadori e Baz

"La direzione del team continuerà a lavorare sulla futura pianificazione sportiva, nell'intenzione di correre a livello mondiale già nella stagione 2019": con queste parole, intrise al tempo stesso di amarezza e di speranza, Ronald Ten Kate aveva annunciato lo scorso novembre di stare cercando in tutti in modi di dare un seguito all'avventura del suo team in WSBK, dopo la burrascosa separazione con lo storico partner Honda. A quanto pare non erano solamente frasi di circostanza, poiché le voci dal paddock parlano di un probabile ritorno della squadra olandese già nel corso della stagione che inizierà tra qualche settimana.

A riportare l'indiscrezione è il magazine tedesco Speedweek, secondo il quale ci sarebbe la possibilità di rivedere in pista il team di Nieuwleusen già a partire dal round di Aragon, in programma nel week end del 6-7 aprile prossimo. La moto? Una Suzuki, unica delle big four giapponesi ad essere rimasta fuori dalla Superbike 2019.

L'operazione, che se dovesse andare in porto traghetterebbe nel Mondiale delle derivate di serie la sesta casa costruttrice, avrebbe non solo il supporto di Dorna - ben contenta di poter vantare un altro marchio dopo Kawasaki, Ducati, Honda, Yamaha e BMW - ma anche di Yoshimura, storico tuner che ha legato indissolubilmente il suo nome alle superbike di Hamamatsu.

“Il team mi ha assicurato che, se possibile, vorrebbero tornare nel mondiale in questa stagione" ha dichiarato Gregorio Lavilla, ex pilota Suzuki e ora direttore sportivo di Dorna "Vogliono restare nel nostro campionato, anche in futuro. Stiamo aspettando la presentazione dei loro piani, come team dalla lunga tradizione sono sempre i benvenuti. Possiamo aiutarli a tornare il prima possibile". Plausibilmente il team olandese schiererà, almeno inizialmente, una sola moto, che sarà affidata con grande probabilità o a Lorenzo Savadori o a Loris Baz: l'italiano, che prenderà parte alla neonata MotoE, è da tempo in contatto con Ten Kate, mentre il francese è uno dei più veloci "appiedati" in ottica 2019.

  • shares
  • +1
  • Mail