Wayne Rainey: "Lorenzo punta a vincere da subito"

Wayne Rainey non ha dubbi: Lorenzo non ha nessuna intenzione di fare da gregario e proverà fin da subito a mettere pressione sul compagno di squadra Marc Marquez

Dopo Kevin Schwantz e Mick Doohan, anche un'altra leggenda del Motociclismo anni '80-'90 ha voluto dire la sua sulla coppia Marquez-Lorenzo, il binomio più discusso del momento e certamente il più atteso in vista di questo 2019: parliamo di Wayne Rainey, tre volte Campione del Mondo della classe 500 dal 1990 al 1992.

L'ex pilota della Yamaha - che è ancora molto legato alla casa dei Tre Diapason - è stato intervistato da Motorsport.com, ai cui microfoni ha fatto le sue previsioni per la prossima stagione MotoGP che si preannuncia decisamente scoppiettante.

L'americano la pensa in modo un po' diverso dal suo collega Doohan, che ritiene che il confronto diretto con Marquez metterà una grandissima pressione su Lorenzo: secondo Rainey, invece, sarà il maiorchino a rompere un equilibrio che all'interno di Honda HRC perdurava ormai da anni. Se fino ad ora, infatti, il fenomeno di Cervera è stato il leader incontrastato del team dell'Ala Dorata, con l'arrivo del Porfuera le carte si potrebbero anche rimescolare.

"Marquez ha i suoi punti di forza, ma ha anche dei punti deboli e alcuni aspetti su cui ha bisogno di migliorare. Ora, con l'arrivo di un pilota di livello come Lorenzo come compagno di squadra, avrà grandi motivazioni per migliorarsi ancora" ha dichiarato Wayne "Lorenzo è prevedibile. Guida la sua moto in un certo modo e i rischi che si prende sono calcolati... Ma ci sarà anche lui alla bandiera a scacchi".

"Se Lorenzo può mettergli pressioni, Marquez commetterà degli errori e questo è un vantaggio per Lorenzo" ha proseguito il tre volte iridato "La pressione è su Marquez più che su Lorenzo, perché viene dalla Ducati. La Honda è la squadra di Marquez, la moto è stata sviluppata per lui. Se Lorenzo chiude terzo o quarto, può dire che si sta ancora ancora adattando alla moto".

Marc, insomma, deve stare attento a non sottovalutare il suo compagno di squadra e il "pepe" che quest'ultimo può mettere sul codone della RC213V numero 93: d'altra parte Honda non ha certo preso Lorenzo per fargli fare il gregario, e da Tokyo assicurano al maiorchino un supporto incondizionato.

Proprio per questo Wayne è certo: Jorge non è andato in HRC con l'intenzione di fare da comprimario. E nonostante le recenti dichiarazioni del diretto interessato, l'obbiettivo è quello di vincere fin da subito: "Sono sicuro che Lorenzo vorrà andare a vincere alla prima gara" ha affermato Rainey con sicurezza "per dimostrare a Marquez di essere una minaccia seria".

Avrà ragione il tre volte Campione del Mondo statunitense? Non ci resta che aspettare la prima gara della MotoGP 2019, il round notturno del Qatar...

  • shares
  • +1
  • Mail