Viñales: "2018 un anno da dimenticare. Ma mi ha aiutato a crescere"

Il pilota spagnolo traccia il bilancio di un 2018 sottotono, che lo ha visto lottare troppo spesso nelle retrovie con una M1 decisamente problematica

MotoGP, Assen: Vinales il più veloce nelle libere

Una sola vittoria, con appena 193 punti conquistati per un 4° posto finale: solo nel 2015, sua stagione d'esordio nella Classe Regina, Maverick Viñales aveva fatto peggio. Il 2018 dello spagnolo è stato un anno difficile, caratterizzato da un altalenante feeling con una M1 tutt'altro che perfetta e un complicato rapporto con il capotecnico Ramon Forcada: spesso dietro al suo compagno di squadra Valentino Rossi, il pilota catalano non è riuscito né a ripetere né a migliorare i risultati di un 2017 che era stato molto promettente.

Dai suoi canali social, il Top Gun di casa Yamaha ha tracciato il bilancio del Campionato appena concluso: "Il 2018 è stato un anno difficile, con alti e bassi, con voglia di arrendermi, sia nella mia vita personale che professionale" ha scritto in un post su Facebook "Ma al netto di tutto ciò, sono orgoglioso delle lezioni di vita che ho appreso".

"Ci sono stati momenti in cui mi sentivo debole ma ho trovato la forza" ha proseguito Maverick, che nonostante la brutta stagione si è tolto lo sfizio di dominare gli ultimi test di Valencia "momenti in cui mi sentivo solo ma ho potuto apprezzare la vicinanza delle persone che mi vogliono davvero bene, momenti in cui ho imparato ciò che in passato sarebbe stato impossibile, momenti che non dimenticherò mai e mi faranno crescere come persona".

Viñales, che durante le feste natalizie si è concesso una vacanza alle Isole Maldive, ha concluso il suo messaggio con un augurio di buon anno ai fans: "Vivi il presente, godi dei piccoli piaceri della vita. Non aspettarti nulla in cambio. Dai il meglio di te. Bacia. Abbraccia. Desidera. Sentiti desiderato. Ho indubbiamente imparato che il più piccolo dettaglio è quello che può renderti più felice. Questo è quello che tengo del 2018, il resto l’ho messo nella spazzatura. Felice 2019".

MotoGP: Yamaha, addio problemi? Vinales rinasce ma Rossi non è finito

  • shares
  • +1
  • Mail