Moto elettriche: Energica festeggia un anno di successi

Energica Motor Company SpA tira le somme di un anno che l'ha confermata nel Gotha delle moto elettriche con la consacrazione della MotoE.



La casa modenese di moto elettriche ad elevate prestazioni Energica ha ben più di un motivo per festeggiare la chiusura di questo 2018, fatto di successi e riconoscimenti. Il primo grande risultato, forse il più importante dell'anno, è stato la selezione di Energica a Febbraio come costruttore unico per i primi 3 anni del campionati FIM MotoE, che prenderà il via il prossimo Maggio 2019 come quarta classe della MotoGP.

Nel progetto MotoE, il Dipartimento R&D di Energica assume un ruolo fondamentale sia per la progettazione, realizzazione e messa a punto delle Ego Corsa che scenderanno in pista, sia per il porting della tecnologia sviluppata in gara sui modelli da strada. "Grazie a MotoE abbiamo avuto nel 2018 e avremo per i prossimi 3 anni, un elemento di competitività unico", spiega Livia Cevolini, CEO di Energica Motor Company.

Ma non è tutto in questo 2018 da ricordare per Energica: la casa modenese ha registrato al termine del primo semestre un fatturato di 5 volte superiore rispetto a quello dello stesso periodo del 2017 e si avvia ad aprire nuovi punti vendita in America ed Europa nelle prossime settimane.


I riflettori della MotoE hanno permesso a Energica di allargare notevolmente la propria rete di partner: "Il nostro 2018 ha visto nascere importanti relazioni con aziende leader del loro settore, aziende che condividono la nostra vision di innovazione come Samsung con la quale abbiamo portato avanti il progetto Smart Ride che spero possa essere un’ispirazione per lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia e oltre confine", continua Cevolini.

Ad esempio, per FlyMove Energica sta sviluppando un veicolo elettrico urbano a tre ruote con batterie intercambiabili. Questo progetto allarga di molto il potenziale bacino di clienti, portando Energica in un settore, quello delle moto per la città, in cui ancora non era arrivata. "Il 2019 si preannuncia per noi come un anno di impennata massima grazie all'ottimo lavoro fatto finora. Nuove sfide ci attendono cosi come nuovi traguardi da raggiungere e superare", conclude la Cevolini.

  • shares
  • +1
  • Mail