Ecobonus: ipotesi incentivi per moto e scooter ibridi ed elettrici

In arrivo il bonus del 30% fino a 3.000 euro, per l'acquisto di moto e scooter a propulsione ibrida o elettrica con rottamazione di veicoli a due ruote omologati Euro 0, Euro 1 ed Euro 2.

Vespa Elettrica


Un gruppo di parlamentari ha presentato un emendamento alla manovra di bilancio che prevede l'introduzione di un Ecobonus per l'acquisto di moto e scooter meno inquinanti, ovvero a propulsione sia ibrida che elettrica. Se l'emendamento dovesse passare, avrebbe una copertura finanziaria di circa 10 milioni di euro per l'anno 2019.

Nello specifico, questo Ecobonus rappresenterebbe un incentivo alla rottamazione di moto e scooter con le varie omologazioni Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 per l'acquisto di moto e scooter ibridi ed elettrici. A livello economico, il bonus ammonterebbe al 30% del prezzo di listino del veicolo, fino ad un massimo di 3.000 euro.

Inoltre, l'emendamento indica che il suddetto Ecobonus è valido solo per le moto e gli scooter a propulsione ibrida o elettrica delle categorie L1e ed L3e, quindi con la potenza massima di 11 kW o 15 CV. Il bonus varrà solo sul mercato italiano, anche perché nel testo di modifica al DDL Bilancio è riportata la seguente frase: "le imprese costruttrici o importatrici rimborsano al venditore il contributo e recuperano l'importo come credito d'imposta".

Con questo Ecobonus, ad esempio, la nuova Vespa Elettrica costerebbe 4.470 euro anziché 6.390 euro, per l'incentivo del valore di circa 1.920 euro. Il Niu NGT, invece, sarebbe proposto al prezzo di 2.799 euro, grazie al bonus di circa 1.200 euro sul prezzo di listino che ammonta a 3.999 euro. Infine, nei suddetti parametri rientrerebbe anche il BMW C Evolution che verrebbe venduto al prezzo di 11.900 euro anziché 14.900 euro, per la detrazione del valore massimo di 3.000 euro.

  • shares
  • Mail