Honda Racing Thanks Day 2018: la grande festa dell'Ala Dorata

Sul circuito di Motegi si è tenuto l'Honda Racing Thanks Day 2018, grande festa del motorsport dell'Ala Dorata: il marchio di Tokyo ha salutato Dani Pedrosa, per ben 17 anni portacolori dell'HRC sulle piste del Motomondiale

Si è svolto a Motegi, sullo storico circuito del Twing Ring, l'Honda Racing Thanks Day 2018: evento molto celebre nel Sol Levante anche se poco conosciuto fuori dai confini nipponici, si tratta della grande festa di fine anno con cui il marchio dell'Ala Dorata celebra i suoi Campioni e, più in generale, tutto il Motorsport di casa Honda.

Moto da Gran Premio, automobili GT, monoposto da Formula 1, Go-Kart: a Motegi era presente una gran quantità di mezzi da corsa delle tipologie e delle epoche più disparate. Per quanto riguarda i piloti, purtroppo, nessuno dei due rider 2019 del team HRC MotoGP ha potuto essere presente: Marc Marquez è ancora convalescente dopo l'intervento chirurgico alla spalla, mentre Jorge Lorenzo è ancora formalmente legato da vincolo contrattuale alla Ducati e pertanto non può ancora partecipare ad eventi pubblici con la divisa della sua nuova squadra.

C'erano, invece - accanto ai colleghi "a quattro ruote" Jenson Button e Pierre Gasly - la leggenda del trial Toni Bou e l'astro nascente Takaaki Nakagaami, grande protagonista degli ultimi test di Jerez con la RC213V del team di Lucio Cecchinello.

La vera stella dell'evento, però, è stato Dani Pedrosa: il fantino di Sabadell, che dopo 17 anni di partnership con Honda lascia la casa di Tokyo per trasferirsi in KTM, ha ricevuto un doveroso tributo da parte del marchio con cui ha conquistato ben 54 gare iridate e tre titoli mondiali. In segno di gratitudine, inoltre, HRC ha regalato a Dani due delle moto più significative della sua carriera: la RC212V con cui si classificò 2° nel 2007 dietro a Casey Stoner, e la RS250RW con cui conquistò il suo ultimo titolo mondiale nel 2005.

  • shares
  • +1
  • Mail