SBK Test Jerez, Rea: "Dobbiamo essere soddisfatti"

Il Campione del Mondo resta inavvicinabile anche nella seconda giornata di test della Superbike a Jerez: "Abbiamo una base su cui lavorare."

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) è stato il pilota più veloce anche nella seconda giornata di test della Superbike a Jerez de La Frontera, mettendo a segno in mattinata un 1'38.713 con gomme qualifica giusto prima che la superficie del tracciato spagnolo iniziasse a mostrare segni di usura per l'aumento della temperatura.

Il crono di Rea ha certamente rappresentato un passo avanti rispetto all'1.39.657 con cui Rea aveva dominato il Day-1, permettendogli di chiudere il test con 6 decimi di vantaggio sulla YZF-R1 di Alex Lowes (Pata Yamaha) e oltre 1" su tutti gli altri, a cominciare dal neo-compagno di box Leon Haslam, terzo assoluto a confermare la competitività della Ninja ZX-10RR del 2019.

A fine giornata, il 4-volte Campione del Mondo si è dichiarato soddisfatto del lavoro svolto nonostante le condizioni peggiorate ne pomeriggio:

"Come giornata finale è stata piuttosto positiva. Stiamo ancora mettendo insieme "i pezzi", ma dobbiamo essere soddisfatti del lavoro che abbiamo fatto. È sempre difficile quando la pista non è in ottime condizioni."

"In tutte quelle curve strette, con le traiettorie non ben pulite, è difficile trovare il feeling giusto per spingere al massimo. A parte questo, anche le temperature della pista sono state abbastanza critiche qui con le gomme che abbiamo portato."

A Jerez de La Frontera, Rea è stato il più veloce sia su gomma da gara che da qualifica, lavorando principalmente sul nuovo motore e sui nuovi equilibri della ciclistica della sua Kawasaki:

"Come ieri, abbiamo testato cose diverse sulla moto e a fine giornata abbiamo provato qualcosa di molto interessante con il bilanciamento della moto. Mi sentivo davvero a mio agio con la gomma usata, quindi abbiamo di certo una base su cui continuare a lavorare nel 2019. E ho anche fatto un run più lungo a metà giornata."

"In questo test abbiamo fatto più o meno quello quello che ci eravamo proposti di fare, sono stato subito veloce nel primo giorno e questo ci ha permesso di dedicarci rapidamente ai collaudi."

  • shares
  • Mail