Test Jerez MotoGP: ci sarà anche Alvaro Bautista con la Ducati ufficiale

Ai test MotoGP di Jerez (28-19 novembre) prenderà parte anche Alvaro Bautista, neo-acquisto di Ducati in WSBK: lo spagnolo guiderà la Ducati Desmosedici ufficiale di Michele Pirro, assente causa riabilitazione post-operatoria

Chiusi i test delle categorie cadette e della elettrica MotoE, a tornare in pista per le ultime prove del 2018 è Classe Regina, la MotoGP. Dopo aver saggiato le novità 2019 sul circuito di Valencia, i piloti della Top Class si apprestano ad affrontare una nuova due giorni di test (28-29 novembre) sul tracciato di Jerez de la Frontera, che nell'ultima settimana ha visto in azione, oltre alle emissioni zero, anche Moto2, Moto3 e WSBK.

Proprio tra le derivate di serie ha stupito Alvaro Bautista, neo-acquisto della Superbike e ora alfiere del team ufficiale Ducati Aruba: lo spagnolo, in sella alla inedita V4R, si è messo dietro in entrambe le giornate l'esperto compagno di squadra Chaz Davies, cosa che rischia di far traballare non poco le gerarchie esistenti all'interno del box in rosso.

All'ex portacolori dell'Angel Nieto Team, ancora presente a Jerez dopo i test della SBK, è stata offerta da Ducati la possibilità di prendere parte alla due giorni di prove della MotoGP: un'occasione che Alvaro non si è lasciato scappare.

Bautista, che in Top Class ha corso ben 9 stagioni, utilizzerà la Desmosedici ufficiale del collaudatore Michele Pirro, ancora convalescente dopo un'operazione: una moto su cui lo spagnolo aveva decisamente ben figurato in occasione del GP d'Australia, quando si trovò a rimpiazzare l'infortunato Jorge Lorenzo sulla GP18 factory.

"Domani avrò un test con la MotoGP, sarò parecchio impegnato nei prossimi due giorni" ha scherzato Alvaro commentando la notizia "Ducati me lo ha chiesto perché Michele si è sottoposto ad un intervento chirurgico, e dunque... perché no? Non si sa cosa può accadere in futuro, quindi... andiamo a provare!".

Un impegno differente da quello di Phillip Island, quando Bautista fu chiamato "semplicemente" a salire in sella e dare il massimo: "Sarà diverso, perché dovremo testare un po' di parti speciali" ha spiegato il Ducatista "Non sarà tipo 'Questa è la moto, apri il gas' ma 'Dobbiamo provare questo, questo, questo...'. Una cosa più noiosa, ma è sempre bello guidare una MotoGP".

Oltre ai titolari e all'outsider Bautista, tra i cordoli di Jerez ci saranno anche i collaudatori delle rispettive case: Stefan Bradl per la Honda, Bradley Smith per l'Aprilia e Sylvain Guintoli con la Suzuki. Jonas Folger, invece, non proverà in Spagna con il Test Team Yamaha, ma sarà presente a Sepang quando anche Dani Pedrosa farà il suo esordio con il colori KTM.

Qui, di seguito, la lista completa dei piloti che prenderanno parte alle ultime prove del 2018:

  • shares
  • Mail