Qualifiche: Moto2 e Moto3 avranno lo stesso format della MotoGP

In Moto2 e Moto3 sarà introdotto il sistema a "doppia qualifica" già adottato in MotoGP: la decisione, che diventerà operativa a partire dal 2019, è stata presa nel corso del week end di Valencia

Le novità per le classi cadette, in vista del 2019, non sono solo di natura tecnica. Anche da un punto di vista regolamentare, infatti, Moto2 e Moto3 prenderanno spunto dalla MotoGP, soprattutto per quanto riguarda il format delle qualifiche.

Anche nelle due categorie minori sarà introdotto il sistema a "doppia qualifica" con Q1 e Q2, come stabilito nel corso di una riunione tenutasi durante il week end di Valencia a cui hanno partecipato Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna), Paul Duparc (FIM), Herve Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA). La formula è, a grandi linee, la seguente: i primi piloti che faranno segnare i 14 migliori tempi nella classifica combinata dei tre turni di prove libere (da 40 minuti ciascuno) avranno accesso diretto alla Q2; gli altri dovranno invece disputare una Q1 i cui primi quattro classificati potranno prendere parte anche alla seconda sessione di qualifiche, quella valida per la pole position.

Questi quattro piloti, classificatisi nelle prime posizioni della Q1, avranno diritto all'utilizzo di una gomma posteriore extra a mescola soft: i due turni di qualifica avranno una durata di 15 minuti, proprio come quelli della Classe Regina.

Il nuovo formato delle qualifiche mira a garantire uniformità tra le diverse categorie, maggiore spettacolo ma soprattutto più sicurezza in classi con una griglia molto più nutrita di quella della MotoGP.

  • shares
  • Mail