Cagiva rinasce elettrica con tre modelli?

Il gruppo MV Augusta starebbe pensando a riportare in vita il brand Cagiva con una nuova gamma di tre e-bike made in Italy.



Che i tempi siano maturi per una e-Mito, una e-Elefant e una e-Tamanaco? Forse sì perché il brand Cagiva potrebbe tornare sul mercato come produttore di due ruote elettriche. Anche lo storico marchio di Schiranna, quindi, potrebbe essere riportato in vita puntando su motori elettrici e batterie, sempre che la notizia venisse realmente confermata. Questo perché, a parlare di Cagiva elettriche, sarebbe stato un dirigente di MV Agusta agli inviati di ETAuto ad EICMA Milano 2018.

Ma queste due ruote elettriche, saranno e-bike o moto elettriche? Ai giornalisti di ETAuto il dirigente non meglio precisato ha dichiarato: "Lanceremo tre e-bike sotto il marchio Cagiva in Italia e dopo sugli altri mercati negli anni successivi". Si tratterebbe quindi di bici e non moto. Ma non è detto che sia così perché c'è un precedente importante da citare.

Il patron di Mv Agusta Giovanni Castiglioni, nel marzo scorso durante la presentazione ufficiale della Brutale 800RR, descrisse l'elettrico come un mercato "con molto potenziale" e parlò di una nuova famiglia di veicoli a cavallo tra le moto e le biciclette, veicoli "divertenti e leggeri". Né allora né all'ultima EICMA MV Agusta ha dato maggiori dettagli.


Certo, se Cagiva si mettesse a costruire biciclette a pedalata assistita sarebbe un bel cambiamento rispetto alla sua storia, fatta anche di competizioni (tutte a motore benzina) in pista e nei deserti. Tuttavia, anche altri brand motociclistici grandi e piccoli hanno fiutato il business delle e-bike e ci si sono fiondati.

In alcuni casi con una vera e propria linea completa di prodotti, come ha fatto Fantic che produce una intera gamma di e-bike ad alte prestazioni (e ha appena svelato eCab, la moto Caballero elettrica), in altri con singoli modelli estremamente affascinanti come la Ducati MIG-RR, una e-MTB da Enduro.

  • shares
  • Mail