Romano Fenati riparte dalla Moto3

Un passo indietro per Fenati (dalla Moto2 alla Moto3) e un passo indietro per il team Snipers che decide di concedergli una seconda possibilità.

La FMI condanna il gesto di Fenati

Ricomincio da 3. Dalla Moto3. Niente bancone della ferramenta per Romano Fenati che, dopo aver messo alle spalle il pessimo episodio di Misano (in cui tirò la leva del freno anteriore della moto di Stefano Manzi), è pronto a risalire in sella. Non con il team Forward MV Agusta che lo aveva ingaggiato (e poi scaricato) per la stagione 2019 ma con il Marinelli Snipers team, in Moto3.

Un passo indietro, dunque, per Fenati (dalla Moto2 alla Moto3) e un passo indietro per il team Snipers che decide di concedergli una seconda possibilità. Era stato lo stesso team, infatti, a licenziarlo subito dopo il gestaccio insensato e irresponsabile nei confronti di Manzi. Quel giorno, Fenati, subì una bandiera nera e una squalifica per due Gran Premi. Successivamente, dopo la convocazione nella sede FIM, la squalifica fu prolungata fino al 31 dicembre 2018 e dal Tribunale federale della FIM arrivò anche la sospensione della licenza fino al 21 febbraio 2019 per violazione dell’articolo 1.2 del Regolamento di Giustizia della FIM.

Articolo 1 - Doveri e obblighi generali.

1.2 - "Gli affiliati ed i tesserati, comunque soggetti all’osservanza delle norme federali, devono tenere una condotta conforme ai principi della lealtà, della probità e della rettitudine sportiva in ogni rapporto di natura agonistica, economica, sociale e morale, con l’obbligo preminente di astenersi da ogni forma di illecito sportivo, dall’uso di sostanze vietate, dalla violenza sia fisica sia verbale, dalla commercializzazione e dalla corruzione. 1.3 L’affiliato ed il tesserato che violano le norme federali, contravvenendo ai suddetti."


Il pilota ascolano, che aveva pensato di chiudere la carriera da pilota e dedicarsi all'attività di famiglia, si rimette in gioco cercando di accantonare quei gesti di stizza che hanno offuscato il suo talento e di rifarsi dei due licenziamenti subiti. Non ci resta che augurargli in bocca al lupo.

  • shares
  • Mail