EICMA 2018: Kymco SuperNex, la superbike elettrica made in Taiwan

Durante la presentazione, fra effetti luce tridimensionali, ballerini e spettacoli vari, Kymco, lasciava intravedere una particolare forma, difficilmente riconducibile ad uno scooter.

L'elettrificazione della gamma di Kymco era già stata annunciata qualche mese fa con Ionex ma la casa taiwanese non vuole fermarsi agli scooter: proprio ieri, al Teatro Vetra di Milano, in occasione di EICMA 2018 ha presentato Kymco SuperNex, una moto elettrica superbike che ha lasciato di stucco un po' tutti i presenti all'evento.

Fra effetti luce tridimensionali, ballerini e spettacoli vari, si intravedeva una forma alquanto particolare, difficilmente riconducibile ad un veicolo prodotto da Kymco. E invece, la casa taiwanese ha sorpreso tutti con la presentazione della super sportiva full-electric SuperNex.

Curatissima nel design, di forte impatto ma, almeno per il momento, niente dettagli tecnici. Sappiamo solamente che sarà capace di coprire lo 0-100 km/h in appena 2,9 secondi, lo 0 a 200 km/h in 7,5 secondi e lo 0 a 250 in 10,9. Le batterie utilizzate da Kymco consentiranno di erogare una coppia massima mai sprigionata prima da un propulsore elettrico. Propulsore che, oltre a godere di ben quattro diverse mappature, sarà abbinato ad un cambio a sei marce e ad una frizione antisaltellamento.

La natura silenziosa dell'elettrico non riesce, solitamente, a coinvolgere l'appassionato: Allen Ko, presidente Kymco ci fa sapere che è proprio sulla base di questo pensiero comune che è stata studiata la prima sportiva elettrica.

L'Active Acoustic Motor di SuperNex, infatti, emette un suono dinamico che emula quello di un tradizionale motore termico con il solo intento di conquistare il cuore dei motociclisti più scettici.

Per il momento si tratta semplicemente di un concept ma magari un giorno la casa taiwanese deciderà di metterla in produzione.

  • shares
  • Mail