Scooter elettrici: sta arrivando lo Zapp i300

Il produttore inglese ha rilasciato il primo video teaser del suo maxi scooter elettrico Zapp i300, che avrà un sistema di ricarica innovativo.


Dal Regno Unito arriverà, presumibilmente entro fine novembre, un nuovo maxi scooter elettrico: è lo Zapp i300, prodotto dall'omonima azienda di Norwich, nel sud est dell'Inghilterra.

Come dice lo stesso nome, questo scooter andrà a far concorrenza alla schiera di scooteroni 300 cc già presenti sul mercato, ma puntando sulla motorizzazione elettrica.

I dettagli finora disponibili su questo prodotto sono molto pochi e si limitano a ciò che si vede in questo video teaser pubblicato sui social dall'azienda e a poche parole in un comunicato stampa.


Dal video si vede uno schermo, che sembra in tecnologia TFT, cerchi grandi con pneumatici larghi e uno stile da scooter tradizionale, ma con linee abbastanza tagliate.

Un piccolo parabrezza dovrebbe garantire riparo del vento sui percorsi veloci. Nulla invece si sa sul motore, a parte che sarà situato sotto la sella e collegato alla ruota posteriore con una cinghia, la velocità massima e l'autonomia.

Per quanto riguarda la batteria, invece, in una dichiarazione la società ha affermato che: "Un'esperienza di utilizzo perfetta sarà garantita grazie a una soluzione di ricarica conveniente e innovativa e all'ecosistema del servizio clienti. L'ansia da autonomia è qualcosa del passato".


Non è dato sapere, al momento, cosa Zapp intenda per "soluzione di ricarica conveniente e innovativa". Tra le ipotesi che possiamo fare, visto anche il riferimento all'"ecosistema del servizio clienti", c'è quella delle batterie intercambiabili in comodato d'uso che abbattono il costo d'acquisto e risolvono gran parte dei problemi di ricarica.

Ma richiedono la diffusione di stazioni di scambio delle batterie dove posare quelle esauste e prendere quelle cariche.

Altra ipotesi possibile è che l'azienda preveda di offrire le batterie in affitto mensile e stia facendo accordi commerciali con le aziende che gestiscono colonnine di ricarica pubbliche ad alto voltaggio nel Regno Unito, in modo da poter caricare la moto elettrica ovunque a costi certi.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail