SBK, Melandri e Davies all'attacco in Argentina

La Superbike approda per la prima volta in Sud America e i piloti Ducati si dichiarano pronti a dare battaglia al "cannibale" Jonathan Rea

Il Mondiale Superbike farà il suo debutto assoluto in Argentina questo weekend per celebrare il suo 12° e penultimo round stagionale (clicca qui per orari e copertura TV) e i piloti del team Aruba.it Ducati SBK, Chaz Davies e Marco Melandri, si propongono ancora una una volta tra i principali avversari del "cannibale" Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), laureatosi Campione del Mondo nell'ultimo round di Magny-Cours firmando la quarta "doppietta" consecutiva.

Quello di "El Villlicum" di San Juan è un tracciato nuovissimo per tutti, inaugurato pochi mesi fa e situato non lontano dal confine con il Cile, ed entrambi i "ducatisti" cercheranno di sfruttare l’occasione per provare a "spezzare" l'egemonia del fuoriclasse nord-irlandese.

Oltre a cercare posto sul podio argentino, Chaz Davies dovrà anche provare a salvaguardare il secondo posto in campionato dall'assalto dell'olandese Michael Van der Mark (Pata Yamaha), ora distanziato di 26 lunghezze. Il gallese è comunque entusiasta di "scoprire" un nuovo circuito:

"Sono davvero contento all'idea di andare in Argentina, è sempre stimolante uscire dai soliti percorsi e conoscere piste nuove in calendario, specialmente se si tratta di un paese dove non abbiamo mai corso prima."

"La pista sulla carta sembra molto divertente, ma per scoprirlo davvero dovremo fare prima qualche giro."

Ed il layout dell'inedito tracciato sudamericano potrebbe anche aiutarlo a contenere i "postumi" del recente infortunio alla spalla, non ancora assorbiti:

"La configurazione in senso antiorario teoricamente è ideale per noi, visto l'infortunio alla spalla destra, ma lo scopriremo soltanto venerdì. In questi giorni ho innanzitutto cercato di far riposare la spalla il più possibile, per poi fare riabilitazione per recuperare forza e mobilità."

"Nelle ultime due gare abbiamo imparato alcune cose, e proveremo ad applicarle su questa pista nuova. Non vedo l'ora di arrivare in circuito".

Marco Melandri è invece 5° in classifica e potrebbe ancora puntare al quarto, detenuto da Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) e "utile" per promuovere la sua ricerca di una sella per la prossima stagione dopo l'imminente addio a Ducati:

"C’è molta attesa per questo round, era da un po’ che non si vedeva una pista nuova ed è sempre bello scoprire posti inesplorati. Sulla carta sembra un bel tracciato. È probabile che inizialmente faticheremo tutti con il grip, non essendoci gomma sull’asfalto, ma i tempi miglioreranno costantemente."

"Una volta trovato il limite, capiremo meglio i valori in campo. Personalmente sono molto curioso e motivato. Vogliamo metterci alle spalle le difficoltà di Magny Cours e tornare immediatamente sul podio”.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail