Sbarco in Normandy, boulevard. Come andare al mare con una moto d'acqua stradale

Capita a volte di sentire un vocina bisbigliare all'orecchio. Una vocina che magari ci da anche spunti e suggerimenti più o meno sensati. Ecco, state attenti a dar corda a quello che vi suggerisce perchè...

Capita a volte di sentire un vocina bisbigliare all'orecchio. Una vocina che magari ci da anche spunti e suggerimenti più o meno sensati. Ecco, state attenti a dar corda a quello che vi suggerisce perchè il rischio finire in autostrada a cavallo della moto è realmente alto. Tutto nella norma potreste pensare. Ma guardando cos'è successo a questo ragazzo americano le cose sembrano essergli sfuggite di mano, non pago di raggiungere ganzamente il mare ha deciso di esagerare andandoci in moto... D'acqua! Nella sua posa da pro jet ski racer, un unico appunto, ma il giubbotto salvagente non è d'obbligo? Dalla Normandy Boulevard un sbarco inatteso, o forse no, perchè al mare ci sarà arrivato?

La domanda successiva però ha una risposta ed è affermativa: sì, può circolare su strada! E' infatti probabile che la medesima vocina che ha dato l'input al ragazzo per creare la moto d'acqua stradale sia la stessa che ha suggerito all'agente predisposto all'omologazione di accordargli la licenza. Di certo un'iter estremamente rapido ed indolore, e soprattutto poco dispendioso visto che a muovere il mezzo anfibio, nel senso che di dimezzato, non veicolo, è un vecchio scooter Honda Elite del 1989. Quando si dice Honda, the power of dreams.

Di Luca Protti

  • shares
  • Mail