Marquez: "Abbiamo un bel vantaggio, ma non è finita"

Il leader del Mondiale MotoGP non abbassa la guardia prima GP di casa: "Dobbiamo lavorare, le Ducati ormai sono veloci su tutte le piste."

Il leader del Mondiale MotoGP Marc Marquez (Honda Repsol) ha tutti i motivi per affrontare il GP di Aragon di questo fine settimana con una buona dose di ottimismo, in virtù di un granitico vantaggio in classifica di 67 punti su Andrea Dovizioso (Ducati Team) e della immutata competitività della sua Honda RC213V, moto decisamente in grado di rivaleggiare con le velocissime Ducati di questo periodo.

Il tracciato spagnolo - uno dei pochi in calendario a girare in senso antiorario - è notoriamente uno dei più benevoli nei confronti dell'asso catalano, che ci ha vinto in MotoGP nel 2013, 2016 e 2017, ma quest'anno per lui ci sarà una motivazione extra per far felici i suoi tifosi...

Nella giornata di giovedì, infatti, il MotorLand Aragón infatti gli intitolerà la curva-10 del suo layout, un riconoscimento di cui il "6-volte Campione del Mondo" si è detto particolarmente entusiasta in vista della cerimonia di inaugurazione, a cui sarà presente, giusto prima della conferenza stampa ufficiale dell'evento.

A pochi giorni dai primi turni di libere (clicca qui per orari e copertura TV del weekend), Marc Marquez non ha mancato di ribadire la sua predilezione per il tracciato aragonese:

"Aragón è uno dei miei circuiti preferiti nel calendario, una pista dove normalmente mi sento sempre a mio agio e dove riesco a guidare molto bene."

"Non vedo l'ora di correre davanti al mio pubblico di casa, e quest'anno sarà speciale perché sarà la prima volta che un circuito mi dedica una curva, e io ne sono ovviamente molto entusiasta!"

La situazione in classifica, come già sottolineato, è decisamente sorridente per l'asso spagnolo, anche se la grande crescita delle Ducati nelle ultime uscite non va assolutamente sottovalutata:

"L'anno scorso siamo arrivati qui a pari punti in campionato (con Dovizioso), ma in questa stagione possiamo contare su un buon vantaggio."

"Questo non significa che sia finita però, al contrario: dobbiamo continuare a lavorare sodo perché sembra che ormai le Ducati siano veloci su tutte le piste."

Marquez conta anche su Honda per contrastare l'ascesa delle Desmosedici GP, che sembrano ormai aver colmato in buna parte il divario dal prototipo nipponico:

"Dobbiamo ancora un qualcosa che ci permetta di combattere con le Ducati nelle migliori condizioni possibili."

"Al Motorland Aragon proveremo ad essere competitivi fin dall'inizio del weekend: cercheremo di trovare presto una buona base per la moto e da lì prepararci il meglio possibile per la gara di domenica."

  • shares
  • Mail