Moto2, Bagnaia: "Aragon pista particolare e complessa"

Il capoclassifica della middle class, alla sua 100a gara nel Motomondiale, si prepara al round spagnolo con l'obiettivo di allungare in campionato.

Dopo la fantastica vittoria nell'ultimo GP di San Marino e della Riviera di Rimini, Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46) ha ulteriormente rafforzato la sua leadership nel Mondiale Moto2 per presentarsi ai nastri di partenza del GP di Aragon (clicca qui per orari e copertura TV del weekend) con 8 punti di vantaggio sullo stoico portoghese Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo).

La gara di domenica costituirà anche un appuntamento speciale per il 21enne torinese, visto che quella del MotorLand Aragón di Alcañiz sarà per lui la gara n°100 in carriera nel Motomondiale.

Dall’esordio in Qatar nel 2013, "Pecco" ha conquistato 8 vittorie (6 in Moto2) e 6 pole (5 nella stagione in corso), e il suo obiettivo per il weekend non può che essere quello di incrementare questo bottino, per allungare verso il suo primo titolo iridato prima del passaggio in MotoGP nel 2019, alla corte del team Pramac Ducati.

8 punti di vantaggio, evidentemente, non costituiscono un gap rassicurante quando mancano ancora 6 gare alla fine (Motegi, Phillip Island, Sepang, Thailandia e Valencia dopo Aragon), ma l'alfiere dello Sky Racing Team VR46 vuole capitalizzare sulla grande forma evidenziata nell'ultima gara:

"Dopo la bella vittoria a Misano, abbiamo allargato il margine su Miguel e arriviamo ad Aragon, l’ultima tappa in Europa prima delle quattro gare tra Asia e Oceania. È un tracciato particolare e complesso."

"Per essere veloci e performanti, bisogna trovare il giusto equilibrio a livello di ciclistica. Dobbiamo continuare in questa direzione e sfruttare il lavoro fatto a Valencia la scorsa settimana per affrontare al meglio il finale di stagione"

  • shares
  • Mail