Honda Forza 125 e 300 – La nostra prova

Siamo andati a Nizza per testare la rinnovata gamma Forza del colosso giapponese, due scooter dal carattere "premium" senza punti deboli...

Honda ha scelto l’assolata Nizza per presentare alla stampa europea i suoi nuovi Forza 125 e Forza 300, modelli ora molto simili nelle fattezze anche se con mission piuttosto diverse nel combattivo mercato degli scooter “GT”.

Il nuovo Forza 125, anche in termini puramente estetici, si propone come un consistente upgrade del già convincente modello precedente, con diversi affinamenti in tutte le aree, mentre la versione 300 cc - che ne ha mutuato quasi in toto l’aspetto - si presenta ora come un modello riprogettato in quasi tutti gli aspetti, con un impatto estetico ben più “tagliente” rispetto all'avvolgente e placido predecessore.

2018 Honda Forza 125

Rispetto alla versione uscente, oltre agli aggiornamenti estetici, il Forza 125 propone innanzitutto un comodissimo parabrezza regolabile, nuova e più moderna strumentazione analogico-digitale, maggiore capacità di carico e gruppi ottici Full Led ad entrambe le estremità. La sua dotazione generale, a scanso di equivoci, è comunque di un livello decisamente più lussuoso rispetto alla media degli scooter "entry-level" presenti sul mercato.

Il suo propulsore è un monoalbero SOHC da 124,9 cc con 4 valvole (soluzione assai rara per un 125 cc) e sistema Start-&-Stop per cui Honda dichiara 15 CV a 8.500 giri/min, coppia massima di 12,5 Nm a 8.250 giri/min e un consumo di 42,7 km/l sul ciclo medio WMTC. Ciclisticamente spicca l'arrivo di un nuovissimo telaio in acciaio con trave dorsale inferiore, cui si abbinano una forcella telescopica da 33 mm, ammortizzatori regolabili e l'impianto frenante a disco con ABS.

2018 HONDA FORZA 300

Stesso telaio nuovo di zecca per il nuovo e visibilmente snellito Forza 300, che a sua volta sfoggia il parabrezza regolabile elettronicamente, luci Full-Led, Smart-Key e - per la prima volta su uno scooter Honda – il controllo di trazione.

Il suo monocilindrico 4 valvole da 279 cc è lo stesso dell’affidabilissimo SH 300 ed è accreditato dalla casa madre di 25,2 CV a 7.000 giri/min, 27,2 Nm di coppia a 5.750 giri/min e di consumi nell’ordine dei 31 km/l nel ciclo medio WMTC.

Entrambi gli esponenti della nuova gamma Forza sono prodotti nello stabilimento italiano di Honda ad Atessa (CH) e sono già disponibili nelle concessionarie dell'Ala Dorata: il 125 è proposto a 5.090 Euro f.c mentre il 300 è per ora offerto al prezzo "di lancio" di 5.790 Euro f.c., importo che sarà poi ritoccato verso l'alto in autunno.

Honda Forza 125 e 300 – Come sono

2018 HONDA FORZA 300

Condividendo lo stesso telaio e larga parte degli elementi della ciclistica, i nuovi Forza 125 e 300, in termini di estetica, appaiono inevitabilmente molto simili nel loro look piuttosto sportivo, anche se le diverse forme e accoppiamenti di certe plastiche li distinguono subito all’occhio più attento senza dover ricorrere alla lettura del badge distintivo.

Gli ingombri, tuttavia, sono più o meno gli stessi, appropriati per il 300, forse un po’ abbondanti rispetto alla cubatura per il 125 cc, una tendenza comunque in linea con la direzione intrapresa dai suoi diretti competitors e che, se non altro, contribuisce ancor di più alle sue credenziali di scooter premium.

2018 Honda Forza 125

Equipaggiamento e finiture qualificano entrambi i Forza come prodotti "di fascia alta", che nelle intenzioni di Honda vanno a posizionarsi a un livello qualitativo più raffinato dell'intoccabile "triade" degli SH (come ben si evince anche dai differenti prezzi di listino). In altre parole, non ci sono pericoli o timori di "concorrenza interna" da parte dei vendutissimi "ruota alta" di casa Honda.

I due nuovi Forza condividono inoltre l'azzeccato parabrezza regolabile elettricamente in modo continuativo (quindi senza posizioni predefinite) sui suoi 140 mm di corsa, i ricercati gruppi ottici Full-LED, l'ampio cruscotto con doppio quadrante "automobilistico" a incorniciare il display LCD, la comoda Smart-Key per comandare accensione e apertura/chiusura di vani e serbatoio e i bei cerchi a 6 razze sdoppiate, da 15” davanti e da 14” dietro, a loro volta benedetti da un aspetto piuttosto "automobilistico" (di pregio la prima gommatura: Michelin City Grip per il 125, Pirelli Diablo Scooter per il 300).

2018 Honda Forza 125

Per le sospensioni, entrambi si affidano a una forcella da 33 mm all’anteriore e a doppi ammortizzatori regolabili nel precarico su 7 posizioni con forcellone in alluminio al posteriore. Stesso discorso con l'impianto frenante, composto da disco da 256 mm con pinza a 2 pistoncini davanti e disco da 240 mm e pinza a 1 pistoncino dietro, il tutto supportato dall'imprescindibile ABS.

Punto forte dei nuovi Forza - perdonate il gioco di parole - è la capacità di carico, a partire dal generosissimo vano sottosella da 53,5 litri capace di digerire anche 2 caschi integrali e dotato di pratico "divisore" mobile per una sistemazione più pratica degli oggetti al suo interno. Sul lato sinistro del retroscudo c'è un vano ugualmente abbondante con presa da 12V (senza USB) e, attingendo alla lista accessori, si può aggiungere al tutto anche un elegante bauletto posteriore da 45 litri, a sua volta controllato dalla prossimità della Smart-Key.

2018 Honda Forza 300

Sono ovviamente ben diversi i motori: quello del Forza 125 è l'ormai noto Honda eSP con iniezione elettronica PGM-FI, alimentata da un compatto airbox da 4,7 litri e con motorino di avviamento ACG a controllo elettronico montato sull'estremità dell'albero motore, che funge anche da generatore. Il nuovo Forza 300 monta invece lo stesso monoalbero SOHC 4 valvole da da 279 cc del riverito SH300i, con controllo di trazione HSTC disinseribile proposto per la prima volta su uno scooter Honda.

Per una visione più dettagliata dei vari elementi tecnici e di design dei nuovi Honda Forza, vi rimandiamo comunque ai relativi post di presentazione ai seguenti link:

Honda Forza 125 e 300 – Come vanno

Quel senso di solidità e alta qualità subito percepito all'atto della prima ispezione è stato puntualmente ribadito dagli Honda Forza una volta sguinzagliati tra le strade di Nizza e dintorni. Con la Smart-Key nelle vicinanze, per metterli in moto basta agire sulla manopola rotante centrale (che controlla anche il tappo del serbatoio, chiusura sella e bloccasterzo) prima della normale accensione.

La comodità in sella è equivalente tra i due modelli, con discreta possibilità di movimento longitudinale dei piedi nonostante il voluminoso tunnel centrale. Al look "sportiveggiante" dei Forza fa da contrasto una posizione di guida leggermente proiettata sul davanti ma tutto sommato piuttosto rilassata, mentre è "nella media" l'altezza di 780mm della comoda sella, comunque sagomata per favorire l'appoggio a terra dei piedi anche a piloti di non elevata statura.

forza-125-3.jpg

Inevitabilmente, il comportamento dinamico dei due Forza è piuttosto simile, senza ovviamente mai trascurare i 10 CV di maggior potenza e i 20 kg maggior peso del 300 (comunque 'dimagrito' di ben 12 kg rispetto al precedente modello) che delineano due "caratteri" comunque diversi.

In città, entrambi si sono dimostrati spigliati e reattivi nel rispondere alle sollecitazioni del gas, con motori dall'erogazione sempre lineare e accelerazioni puntuali ed efficaci (proporzionalmente alla cilindrata, naturalmente). Il 125 sfrutta il minor peso per dimostrarsi più sciolto nelle manovre a bassa velocità, mentre il 300 si gioca senza remore la carta di uno sprint più affilato. Il primo dispone però di un inappuntabile Start & Stop System assente sul secondo che certo influisce sulla sua maggior economicità.

forza-125-34.jpg

Bene le sospensioni, sempre diligenti nell’assorbire le rare asperità della Costa Azzurra, e bene anche l’impianto frenante, puntualmente supervisionato dall’ABS per una frenata sempre ben modulabile e mai troppo brusca.

Fuori città, negli spazi più aperti, l’attitudine più marcatamente “GT” del 300 si fa apprezzare grazie a una cavalleria che gli permette di viaggiare a velocità sostenuta con la necessaria fluidità. La grande stabilità, i rapidi cambi di direzione e l’assenza di vibrazioni ribadiscono ancor di più la bontà del telaio, cui si aggiunge la grande comodità del parabrezza facilmente azionabile in marcia con il comando sulla sinistra del manubrio e il Traction Control sempre pronto a operare le sue ‘correzioni’ (rarissime, per la verità, sulle belle e aderenti strade della Francia meridionale).

forza-125-38.jpg

Il 125 non dispone del Traction Control e prevedibilmente, pur riuscendo a raggiungere velocità di crociera decorose sul dritto (anche di poco oltre i 110 km/h) senza traccia di vibrazioni, ha dimostrato in allungo i limiti dettati dalla sua cilindrata e dai suoi 15 CV. La sua indole è certamente più “cittadina” rispetto al 300 (come confermato da un interasse più corto di 20 mm) ma, tutto sommato, non avrebbe comunque troppi problemi ad offrire i suoi servigi per eventuali gite “fuori porta”, essendosi dimostrato piacevolmente agile e composto nel misto. Purché il tragitto, ovviamente, non comprenda l’autostrada, a lui vietata in Italia ma permessa in Francia.

L'avantreno di entrambi ispira grande fiducia in tutte le situazioni e la trasmissione V-matic non si fa mai cogliere impreparata, con un risposta comunque sempre rotonda e priva di "strappi" a confermare l'intenzione di Honda di farne due prodotti molto 'user friendly', capaci di attrarre una clientela di estrazione "automobilistica".

I comandi sono facilmente raggiungibili e tramite due appositi selettori si possono selezionare le diverse informazioni visualizzabili sul display LCD, con retroilluminazione negativa ma non del tutto immune da difficoltà di lettura quando baciato dal sole a certe angolazioni.

honda-forza-300-bestetti-14.jpg

In sostanza, il Forza 300 centra in pieno l'obiettivo di abbinare lusso a prestazioni e si fa preferire al più piccolo per un uso su lunghe distanze in virtù di un non trascurabile 70% di potenza offerta in più, oltre che per il doppio della coppia. Questi valori certamente compensano il suo peso più alto di 20 kg e gli permettono di completare più rapidamente certe operazioni di sorpasso a velocità sostenuta. Il pacchetto complessivo offerto dal 300 è senza dubbio ai vertici della categoria, scelta che inevitabilmente si riflette nel prezzo d'acquisto (che dopo l'estate, al termine dell'offerta di lancio, arriverà a lambire i 6.000 Euro).

Anche il prezzo del Forza 125 non è esattamente tra i più abbordabili del suo segmento, ma appare obiettivamente congruo in luce di una qualità costruttiva, una dotazione, un'eleganza e prestazioni da "primo della classe" che lo collocano in confronto diretto solo con una ristretta cerchia di rivali, ultra-accessoriati e quindi dal prezzo non così dissimile. Il suo habitat naturale è senza dubbio la città e i suoi consumi restano invidiabili: con la stessa capacità del serbatoio di 11,5 litri, il 125 riesce ad arrivare con un pieno attorno ai 500 km di autonomia mentre il 300 vi chiederà di riportarlo alla pompa dopo "soli" 350 km. Anche questo è un dato tutt'altro che trascurabile in sede d'acquisto...

Honda Forza 125 e 300 – Colorazioni e Accessori

2018 Honda Forza 125

Il Forza 125 è disponibile in Italia in quattro colorazioni:

- Matt Carnelian Red Metallic/Pearl Nightstar Black (novità 2018)
- Matt Pearl Cool White/Matt Cynos Grey Metallic (novità 2018)
- Matt Lucent Silver Metallic/Matt Pearl Pacific Blue
- Black/Matt Cynos Grey Metallic

Quattro colorazioni anche per il nuovo 300:

- Crescent Blue Metallic
- Pearl Nightstar Black
- Matt Cynos Grey Metallic
- Matt Pearl Cool White

La gamma di accessori originali Honda, per entrambi gli esponenti della nuova gamma Forza, include:

- Portapacchi posteriore
- Bauletto da 45 litri per due caschi integrali (azionato dalla Smart Key)
- Manopole riscaldabili
- Borsa bauletto interna
- Allarme

2018 Honda Forza 300

Abbigliamento utilizzato:

Casco: AGV K-5 Jet
Giacca: Dainese Air Flux D1 Tex Jacket
Guanti: Air Master Gloves
Pants: Dainese Connect Regular
Scarpe: Dainese Street Biker

Nelle pagine seguenti di questo post sono consultabili le schede tecniche complete.

2018 Honda Forza 300

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail