Passato, presente e futuro di Yamaha al Festival of Speed di Goodwood

I 20 anni dell'iconica Superbike R1, Yamaha, li celebrerà al Festival of Speed

yamaha.jpg

Ci sarà un'intera squadra di piloti stellati scelti da Yamaha Motor, al Festival of Speed di Goodwood, per celebrare il 20º anniversario dell'iconica Superbike R1: da Michael van der Mark ad Alex Lowes passando per Noriyuki Haga, Josh Brookes e Tarran Mackenzie per poi giungere al presidente di Yamaha Motor EuropeEric de Seynes.

Yamaha porterà in cima alla collina di Goodwood i pezzi pregiati della collezione che comprende la prima Yamaha R1 del 1998, l'attuale R1 del WorldSBK, la R1 del Team Yamaha Factory Racing 2018 Suzuka, una Yamaha R1M del 2018 e la nuova, chiacchieratissima Niken. Ma Yamaha ha anche intenzione di sbalordire gli appassionati mostrando le immagini del futuristico MotoBot.

I piloti del team Pata Yamaha, neo conquistatori delle prime vittorie in WSBK, scaleranno la collina di Goodwood in sella ai loro bolidi. Van der Mark, avrà a disposizione una R1 con specifiche da Superbike caratterizzata dalla livrea utilizzata nel GP di casa, ad Assen e che ha portato il team ad una splendida doppietta. Lowes, invece, punterà la cima della collina in sella alla Yamaha R1 del Team Yamaha Factory Racing con una livrea che ne celebra il 20º anniversario e che, domenica 29 luglio, correrà la 8 ore di Suzuka alla conquista della quarta vittoria consecutiva.

E poi ci saranno i piloti del Team McAMS del British Superbike Championship, Josh Brookes e Tarran Mackenzie; il primo con un passato in WSBK e vincitore del campionato britannico nel 2015, il secondo talentuoso e giovane compagno di team. Raggiungeranno gli altri in sella ad una YZF-R1M del 2018 e alla sbalorditiva Niken.

Chiuderà la carovana il leggendario Nitro Nori Haga, ancora oggi in corsa nel Campionato Italiano CIV Supersport con la sua Yamaha R6 e con un glorioso trascorso in MotoGP in sella alle Yamaha 500 2 tempi, in WorldSBK e nel campionato giapponese Superbike. Sarà proprio il giapponese a portare in cima alla collina la prima Yamaha R1 del 1998, lo stesso anno in cui entrò a far parte del team Yamaha in WSBK.

Il padiglione "Future Lab" sarà dedicato ai temi che riguardano il futuro dei trasporti, un futuro sempre più autonomo e connesso. E Yamaha, dal canto suo, non può che mostrare, in tutto il suo fascino, MotoBot: il robot umanoide progettato e realizzato dal team di Ricerca e Sviluppo della casa di Iwata e capace di guidare una moto quasi o, addirittura, meglio di un umano. Un robot che, dopo due anni di test e di perfezionamento della tecnica di guida, è riuscito a chiudere un giro in pista a soli due secondi dalla leggenda e nove volte campione del mondo, Valentino Rossi.

La 25esima edizione del Festival of Speed si svolgerà nel parco intorno a Goodwood House, da giovedì 12 luglio a domenica 15. Ancora una volta sarà meta di migliaia di curiosi e appassionati di due e quattro ruote, occasione di divertimento e, quest'anno, ancora più ricco di novità.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO