Il team Aruba all'inseguimento di Rea

Un Melandri ultra stimolato. Un Davies che proprio non vuole mollare l'asso di Kawasaki

melandri-davies-ducati-sbk-2018.jpg

Un weekend caldo, in tutti i sensi, quello che attende il nostro Marco Melandri e il team Aruba. Deciso a mettersi alle spalle la delusione di Laguna Seca, il pilota della Ducati è pronto e particolarmente motivato per affrontare al meglio la sfida di Misano.

Misano è sempre un round speciale per me, e chiaramente la mia prima vittoria con la Ducati segnata li lo scorso anno ha lasciato un segno indelebile in me. - ha dichiarato il numero 33 - Correre ancora una volta, conoscendo il nostro potenziale, mi rende davvero eccitato. Mi sento benissimo fisicamente e sono pronto per affrontare due gare probabilmente molto calde e faticose


Un Melandri, quindi, deciso ad interpretare il ruolo da protagonista durante il weekend in riviera romagnola:

"Sono sicuro che saremo nella mischia, mi aspetto una grande battaglia visto quanto sono migliorati ultimamente i nostri concorrenti. Tutto ciò renderà le cose più divertenti ed eccitanti. Non vedo l'ora di tornare in pista."

Spostandoci dall'altra parte del box troviamo un Chaz Davies chiamato ad inseguire il leader del campionato o, almeno, a provarci. Un leader, l'asso di Kawasaki, che ha ormai 75 punti di vantaggio sul pilota Ducati e che punta a chiudere il campionato già a Misano.

"Siamo desiderosi di tornare in azione a Misano - dice Davies - Penso che i nostri risultati passati non debbano ancora il rendimento attuale nonostante il fatto che probabilmente non è la pista migliore per noi. Negli ultimi anni, abbiamo sempre dimostrato di essere competitivi e di avere un buon passo. Ad esempio, l'anno scorso eravamo in testa alla gara fino all'incidente dell'ultimo giro." 

Davies sa bene che, in un weekend così caldo, sarà fondamentale la gestione della gomme. Altrettanto fondamentale sarà andare in pausa estiva con qualche punto in più, scrollandosi di dosso le pressioni accumulate sfruttando, magari, il fattore casa.

  • shares
  • Mail