Rossi: "Ad Assen può succedere di tutto!"

Il pesarese della Yamaha ritorna sulla pista dove ha colto l'ultimo successo personale in MotoGP: "Di solito siamo molto competitivi qui"

Pur senza essere mai andato oltre il 3° posto nelle prime 7 gare di questa stagione, Valentino Rossi (Movistar Yamaha) è ancora pienamente in corsa per il titolo iridato della MotoGP 2018. Il fuoriclasse pesarese è infatti al momento secondo in campionato a 27 punti di distanza dal campione uscente Marc Marquez (Honda Repsol) e per questo il GP d'Olanda di questo weekend (clicca qui per orari e copertura TV) arriva forse nel momento migliore possibile.

Il feeling del "Dottore" con il tracciato e il pubblico di Assen è infatti cosa nota e risaputa, con Rossi vincitore 8 volte in Olanda nella Premier Class di cui la più recente, lo scorso anno, rappresenta anche la sua ultima affermazione in assoluto in sella alla Yamaha YZR-M1.

valentino-rossi-2018.jpg

Come ribadito dallo stesso Rossi dopo l'ultimo GP di Catalunya, per lui resta impensabile poter aspirare al titolo senza iniziare a collezionare vittorie, ed è per questo che la tappa su una pista "amica" come quella del TT Circuit giunge per lui in un momento certamente propizio:

"Correremo ad Assen questo fine settimana, dove ho vinto l'anno scorso, e questo mi dà delle emozioni contrastanti. Da un lato, questo significa che è passato davvero molto tempo da quando io e Yamaha abbiamo vinto una gara insieme - e questo significa che dovremo lavorare sodo - ma d'altra parte sono anche contento perché Assen è una pista fantastica."

"Di solito siamo molto competitivi al TT Circuit, ma dobbiamo verificare quali saranno le condizioni e le varie situazioni che si verranno a creare, perché ad Assen non sai mai cosa può succedere."

movistar-yamaha-valentino-rossi-austin-motogp-2018-4.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail