Laguna Seca, Rea domina Gara-1: "Non è stato facile"

L'iridato sbaraglia gli avversari nella prima gara californiana del weekend: "E abbiamo imparato cose che ci torneranno utili in Gara-2"

Confermando una superiorità apparsa già piuttosto netta nel venerdì di libere (nel quale si era aggiudicato tutte e tre le sessioni in programma), il Campione del Mondo della Superbike Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) ha conquistato d'autorità la Gara-1 di Laguna Seca imponendosi sul gallese Chaz Davies (Aruba.it Ducati SBK), unico pilota che è riuscito ad opporre un minimo di resistenza al fuoriclasse nordirlandese.

Dopo aver percorso i primi giri attaccato alla ruota del pole-man Davies, Rea ha portato il suo attacco decisivo nel corso del 7° giro approfittando prontamente di un errore del Ducatista in ingresso al "cavatappi".

Da lì in poi, Rea ha messo in scena una progressione irresistibile che gli ha permesso di staccare il rivale e chiudere la gara sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di quasi 3". Terzo posto per un altro britannico, Alex Lowes (Pata Yamaha), a oltre 12" dal vincitore.

Per Rea si è trattato della 7a affermazione personale del 2018, risultato che gli ha permesso di portare a 70 punti il suo vantaggio nel Mondiale Piloti sullo stesso Davies.

SBK, Laguna Seca 2018: show di Rea, “sberla” con garbo.

Questa l'analisi della corsa da parte del Campione del Mondo della Kawasaki:

"Nei primi giri mi sentivo bene dietro a Chaz, anche se il suo ritmo era davvero molto veloce. Non appena l'ho visto commettere quell'errore sapevo che avrei potuto approfittarne per passarlo e da lì provare a imporre il mio ritmo, per costruirmi un buon vantaggio decimo dopo decimo."

"Non è stato facile, anzi, è stato molto più difficile di quanto mi sarei aspettato."

sbk-laguna-seca-2018-jonathan-rea-kawasaki-25.jpg

La temperatura della pista di Laguna Seca, salita a oltre 50°C durante la corsa, è stata per Rea uno degli elementi che più ne hanno condizionato lo svolgimento:

"Alla fine c'è stato un grosso calo del tracciato in termini di aderenza e quindi ho dovuto guidare di conseguenza. Non avevamo mai avuto questo tipo problema per tutto il weekend, ma il cambio di temperatura registrato oggi, con 10°C in più in pista, è stato davvero enorme."

"Comunque abbiamo imparato alcune cose dalla gara di oggi potrebbero tornarci utili per essere un po' più forti nella gara di domani."

sbk-laguna-seca-2018-jonathan-rea-kawasaki-24.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail