Rossi e Viñales: "Pedrosa in Yamaha? Magari!"

I due ufficiali Yamaha guardano con favore ad un eventuale approdo di Dani nell'orbita dei Tre Diapason. Viñales: "Dovrebbero dargli una M1 ufficiale"

rossi_pedrosa-2.jpg

Il Montmelò è una pista piena dei bei ricordi per Valentino Rossi, che a Barcellona ha vinto ben 9 volte: un tracciato "amico", quasi magico per il Dottore, sul quale nel 2009 si consumò lo splendido duello con Jorge Lorenzo terminato con il sorpasso all'ultima curva ai danni dello spagnolo.

"Probabilmente è una delle tre gare più belle della mia carriera, forse anche la più bella per le emozioni del sorpasso all'ultimo giro - ha dichiarato Valentino ai microfoni di Sky Sport, riferendosi a quell'impresa ormai lontana - non era solo una questione di punti, si trattava proprio di capire chi era che comandava, Lorenzo era stato molto bravo perché si era presentato all'ultima curva davanti, ma io non ho mollato e sono riuscito a infilarmi all'ultima curva, è stato bellissimo".

Ed è proprio sul passaggio del maiorchino nel team Honda HRC che Rossi ha espresso il suo parere nel corso della conferenza di apertura del GP di Catalunya 2018: Marquez e Lorenzo sono certamente due galli in un pollaio, ma sono anche i due piloti che hanno dominato ben 7 delle ultime 8 stagioni.

"Lorenzo-Marquez? Se fossi un team manager sarei felicissimo di averli - ha ammesso il 46, forse immedesimandosi nel ruolo che potrebbe attenderlo a partire dal 2021 - magari potrebbero esserci dei problemi a gestirli, ma la Honda ha fatto una bella mossa. Sia Lorenzo sia Marquez vorranno primeggiare e questa sarà una cosa da gestire, ma Lorenzo andrà molto veloce con la Honda, quindi sarà un problema per tutti".

rossi_pedrosa-1.jpg

Il terremoto generato dall'accordo Honda-Lorenzo ha ovviamente causato una reazione a catena che ha scalzato Dani Pedrosa da un trono che occupava da ben 13 anni: la sella della RC-V ufficiale. Resta da capire che ne sarà del fantino spagnolo, che alcuni danno sul punto di ritirarsi e altri in procinto di accettare il ruolo di test rider in KTM. L'ipotesi più affascinante -e anche quella più consona a un pilota del calibro di Pedrosa- è però quella che vorrebbe Dani in un team satellite Yamaha gestito da Aspar Martinez.

"Un Pedrosa su una Yamaha satellite potrebbe aiutarci, è un pilota che ha dimostrato di essere fortissimo, si può sempre imparare da lui, corre da più di 10 anni con la Honda ufficiale, quindi può dirci cosa va meglio o peggio, sarebbe meglio averlo in Yamaha, è un'ipotesi interessante" ha dichiarato il Campione di Tavullia, a cui ha fatto eco anche il compagno di squadra Maverick Viñales.

Il top gun dei Tre Diapason, piuttosto in difficoltà quest'anno sulla M1 2018, vedrebbe di buon occhio l'approdo ad Iwata di un pilota velocissimo nonchè eccellente collaudatore quale è Dani. "Più che una Yamaha satellite, credo che dovrebbero dargli una M1 come la nostra! - ha auspicato Viñales - Dani è un gran pilota, ha tanti anni di esperienza e credo potrebbe dare un grande contributo. Pensavo le stesse cose di Jorge: sono due tra i piloti più forti, in grado di dare informazioni importanti per lo sviluppo... cosa che in questo momento sarebbe importantissima".

pedrosa_rossi.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail