Endurance: quando la gara va conclusa a tutti i costi [Video]

Durante la 8 Ore di Oschersleben Gregory Leblanc è caduto distruggendo la sua Honda CBR. Ma ciò non è abbastanza per scoraggiare un pilota di Endurance...

Le corse di Endurance hanno un che di eroico, quasi romantico: sono un inno alla perseveranza, al non mollare mai, gare in cui arrivare in fondo è già un risultato da incorniciare. Lo sa bene Gregory Leblanc, ex pilota del Motomondiale nelle classi 125 e 250 che alla scorsa 8 Ore di Oschersleben è stato lo sfortunato protagonista di una rovinosa caduta: la sua CBR 1000 RR SP2 era ridotta in condizioni pessime, ma il francese non si è dato per vinto.

Gregory, fortunatamente illeso dopo il capitombolo nella ghiaia, si è diretto verso i rottami della sua moto e ha letteralmente raccattato i pezzi della Fireblade: risalito in sella in condizioni a dir poco precarie, si è diretto verso i box nell'intenzione di riportare la moto ai meccanici e riprendere la via della pista. I ragazzi del team Honda Racing hanno compiuto un mezzo miracolo: in 12 minuti la CBR era (quasi) come nuova, pronta a ributtarsi nella mischia. Alla fine la formazione dell'Ala Dorata ha concluso in un'onorevole 13^ posizione una gara che ha visto che 27 team su 33 giungere al traguardo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 204 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO