MotoGP, è ufficiale: Syahrin guiderà una KTM Tech3

Mancava solo l'ufficialità: il pilota malese è stato riconfermato dalla formazione transalpina. Nel 2019 guiderà una KTM

syahrin.jpg

La notizia era già data per certa, ma ora è arrivata l'ufficialità: Hafizh Syahrin, vera sorpresa tra i rookie 2018, rimarrà in MotoGP anche nel 2019 con la sua attuale squadra, il team Tech3 di Hervè Poncharal.

A cambiare sarà invece la moto, visto che il manager transalpino ha deciso di rompere l'ormai storica relazione con Yamaha per abbracciare la sfida arancione di KTM: al fianco di Syahrin ci sarà Miguel Oliveira, astro nascente di Mattighofen e attualmente 2° nella classifica iridata della Moto2.

E' ancora difficile crederci per me - ha dichiarato il pilota malese, approdato in MotoGP quasi per caso da sostituito dell'infortunato Jonas Folger - Prima di tutto, devo dire grazie ad Hervé per aver avuto fiducia in me ed avermi fatto entrare nella famiglia Tech3. Lavorerò sodo per il 2019 e credo che ci arriverò più preparato, perché non sarà una sorpresa come in questa stagione. Sono incredibilmente felice di avere questa possibilità!"

Anche il suo manager, Hervè Poncharal, sembra molto soddisfatto di aver raggiunto l'accordo:

"Oggi è un giorno molto speciale per me e per l'intero team Tech3. Da quando Hafizh è saltato sulla nostra moto è stato come un sogno, perché è stato molto veloce da subito e lo è stato di più di quanto pensassero molte persone... siamo molto orgogliosi di ciò che ha fatto. Per lui è stato un grande risultato essere il primo pilota malese ad arrivare in MotoGP ed è andato subito a punti nella sua prima gara, inoltre ha lottato costantemente per essere il migliore dei rookie. Hafizh è un ragazzo molto educato, umile, rispettoso e desideroso di imparare: tutte caratteristiche che mi piacciono molto"

"Chiunque conosca la mia squadra, sa che cerco sempre di creare un'atmosfera familiare, alla quale Hafizh si è adattato molto bene. Dal primo giorno in cui abbiamo iniziato a lavorare insieme, ho pensato che mi sarebbe piaciuto poter correre un secondo anno insieme. Il passaggio alla KTM, che ci fornirà delle moto uguali a quelle ufficiali, sarà un ulteriore incentivo a fare bene"

  • shares
  • Mail