MotoGP: Iannone conferma l'addio a Suzuki

Il pilota abruzzese conferma il divorzio dalla casa di Hamamatsu al termine della stagione 2018: "Tra una settimana svelerò il mio futuro..."

Al Mugello, dove è appena iniziato il weekend del GP d'Italia (clicca qui per orari e copertura TV), Andrea Iannone ha confermato che a fine stagione si separerà del team Suzuki Ecstar, squadra ufficiale della casa di Hamamatsu in MotoGP a cui l'italiano si era unito lo scorso anno dopo l'esperienza in Ducati.

Dopo la conferma del compagno di box Alex Rins e le numerose voci relative al suo possibile sostituto (con l'iridato Moto3 Joan Mir dato al momento come grandissimo favorito alla 'successione'), Iannone ha così provveduto a fare chiarezza in prima persona sul suo futuro, che secondo le voci più accreditate lo vedrebbe approdare subito in Aprilia (che ha già riconfermato Aleix Espargarò).

andrea-iannone-suzuki-motogp-2018-austin-2.jpg

Evidentemente, il positivo inizio di stagione dell'abruzzese che ha fruttato 2 podi in 5 gare non è stato sufficiente per convincere i vertici Suzuki, che sembrano considerare Iannone il principale responsabile del balbettante sviluppo del prototipo GSX-RR.

Il pilota di Vasto ha così confermato la decisione al sito ufficiale del Motomondiale:

"Ultimamente abbiamo ragionato e lavorato su quello che sarà il mio futuro e così abbiamo deciso che il mio rapporto con la Suzuki si chiuderà alla fine di questa stagione."

iannone.jpg

"Quest'anno è iniziato molto bene, ma l'anno scorso è stato molto difficile per noi e così abbiamo scelto di prendere due strade separate. Ad ogni modo, io farò del mio meglio da qui fino alla fine della stagione e sono certo che Suzuki cercherà di supportarmi al 100% fino a Valencia".

L'abruzzese ha inoltre annunciato che non bisognerà attendere molto per conoscere quello che gli riserva il suo destino in MotoGP:

"Tra una settimana svelerò a tutti cosa succederà nel mio futuro."

andrea-iannone-suzuki-motogp-2018-austin-1.jpg

  • shares
  • +1
  • Mail