Dovizioso al Mugello: "Difficile fare previsioni"

Il forlivese della Ducati cerca riscatto nel GP d'Italia dopo i due "zeri" di Jerez e Le Mans: "Non dobbiamo pensarci, il Mondiale è ancora lungo..."

Il Gran Premio d'Italia di questo fine settimana (clicca qui per orari e copertura TV) è solo il 6° round del Mondiale MotoGP 2018, ma per Andrea Dovizioso (Ducati Team) rappresenta quasi il proverbiale "ultimo treno" per continuare a inseguire il sogno del titolo mondiale della Premier Class.

Dopo i due dolorosissimi "zeri" rimediati negli ultimi round di Jerez e Le Mans, entrambi conquistati dal rivale Marc Marquez (Honda Repsol), il forlivese della Ducati è infatti precipitato dal primo all'ottavo posto della classifica iridata, a -49 dal fenomeno spagnolo di HRC, un gap quindi già pesantissimo quando non è stato completato nemmeno a un terzo del calendario iridato.

andrea-dovizioso-2018.jpg

Per forza di cose, il "Dovi" dovrà quindi andare all'attacco al tracciato di Scarperia senza fare troppi calcoli, puntando a mettersi alle spalle un Marquez che negli ultimi round ha mostrato una forma davvero strepitosa con la sua Honda.

Senza contare che, nel recente test del Mugello, il Campione del Mondo e la sua RC213V hanno mostrato un passo decisamente minaccioso, come ricordato dallo stesso Dovizioso nelle sue tradizionali dichiarazioni in vista del weekend:

“Quest’anno è difficile fare previsioni per il Mugello perché ogni gara fa storia a sé. Anche se i nostri rivali sono stati velocissimi nel test di qualche settimana fa, noi abbiamo dimostrato di essere sempre molto rapidi e saremo sicuramente competitivi anche qui."

andrea-dovizioso.jpg

Nell'edizione 2017 del GP d'Italia, Dovizioso colse una grande e convincente vittoria che lo proiettò una volta per tutte nella contesa per il titolo della MotoGP - poi ceduto a Marquez nell'ultima gara - e questo è un precedente per lui certamente incoraggiante:

"Lo scorso anno io e Petrucci abbiamo fatto la differenza per stare davanti e sono molto fiducioso perché quest’anno abbiamo dimostrato di essere veloci su quasi tutte le piste."

"È un vero peccato per i tanti punti che abbiamo perso nelle ultime due gare, ma non ci dobbiamo pensare perché il campionato è ancora molto lungo".

andrea-dovizioso-ducati.jpg

  • shares
  • Mail