Karburatore 2018

Si tratta di una heat a squadre sviluppata attraverso un impegnativo Run di orientamento a gruppi.


Domenica 13 maggio si è svolto il 18esimo Karburatore, manifestazione dedicata alle splendide moto a carburatore, come Triumph, Harley, Norton, Moto Guzzi, BMW, ma che permette l’iscrizione anche a motociclette a iniezione.

Si tratta di una Heat a squadre sviluppata attraverso un impegnativo Run di orientamento a gruppi composti da un minimo di 5 ad un massimo di 15 moto che si svolge per le strade e le campagne di suggestive location come, nel caso di quest’anno, di Parma e Piacenza.

L’obiettivo è di scovare diversi check point lungo il percorso e farsi una foto di gruppo per dimostrare di averlo raggiunto; non occorre andare forte (la sicurezza innanzi tutto), ma sono necessarie ottime doti di navigazione e mantenere il team unito. La prima Heat è datata nel lontano 2005!

Anche quest’anno sono stati riconosciuti punteggi premianti in base alla presenza in squadra di più moto a carburatore, di donne passeggere e di motocicliste. Hanno partecipato bikers e preparatori custom che hanno messo in mostra le loro creazioni e, soprattutto, hanno dimostrato l’efficenza delle loro moto.

L’organizzazione, come sempre in mano a Klan Milano, è stata impeccabile e la scelta di una location per il pranzo di fine gara come l’Azienda Agricola Bertinelli a Noceto ha sicuramente contribuito alla buona riuscita dell’iniziativa che, ricordiamo è a scopo benefico, infatti il Karburatore supporta Missionepossibile.com che quest’anno ha aiutato una bimba cambogiana nel suo percorso di studi. Stay tuned perché l’edizione 2019 è già in programmazione!

  • shares
  • Mail