MotoGP: al via i test sul "nuovo" Montmelò

Ha preso il via ieri la due giorni di test sul tracciato catalano, ora riasfaltato e nella sua configurazione definitiva. Il maltempo ha rovinato la prima sessione, capitanata da Andrea Iannone

iannone_barcellona.jpg

E' scattata ieri la due giorni di test sul circuito del Montmelò, organizzata da Michelin per per permettere ai piloti della MotoGP di prendere confidenza con il nuovo asfalto e con la "rinnovata" configurazione della pista: dopo le opportune modifiche alle vie di fuga, il layout dell'ultimo settore del tracciato catalano è stato riportato alla condizione originale, con l'eliminazione della discussa chicane provvisoria stabilita dopo l'incidente mortale di Luis Salom.

La giornata di ieri ha però salutato team e piloti con un clima davvero poco caliente: la pioggia ad intermittenza ha reso sostanzialmente inutile la prima sessione di test, inducendo molti riders a rimanere nei box. A familiarizzare con il nuovo asfalto (bagnato...) sono stati solo i piloti delle "squadre di concessione" che non sono soggette alle restrizioni sul numero delle giornate di prove, vale a dire i portacolori di Suzuki, KTM e Aprilia: a primeggiare nella classifica dei tempi è stato il nostro Andrea Iannone, che ha stampato un 1:40:422.

Dietro a lui, i fratelli Espargaro: a firmare il secondo tempo è stato Pol, che con la sua KTM ha preceduto l'Aprilia RS-GP del fratello Aleix. Quarto crono per un Alex Rins stakanovista, che con ben 71 giri ha quasi "doppiato" il suo compagno di squadra in termini di tornate percorse.

I test proseguono anche oggi, mercoledì 22 maggio, con un meteo che -almeno secondo le previsioni- dovrebbe essere più clemente.

espargaro.jpg

  • shares
  • Mail