Dovizioso: "Errore inaccettabile per chi aspira al titolo"

Il forlivese della Ducati si lecca le ferite dopo lo "zero" di Le Mans, ma rilancia subito la sfida: "Al Mugello saremo sicuramente veloci..."

Secondo 'zero' consecutivo in classifica per Andrea Dovizioso (Ducati Team), che dopo essere stato vittima incolpevole del patatrac di Jerez è incappato ieri in un brutto errore nel GP di Francia che lo ha visto precipitare a -49 in classifica dall'insaziabile Marc Marquez (Honda Repsol), di nuovo vincitore anche a Le Mans.

Chiaramente, il forlivese della Ducati sperava di celebrare con un risultato diverso il rinnovo biennale con la casa bolognese annunciato venerdì, ma la prematura uscita di scena di ieri ha decisamente complicato le sue speranze di conquistare con la Desmosedici GP il titolo mondiale della Premier Class già sfuggitogli lo scorso anno.

andrea-dovizioso-ducati-le-mans-2.jpg

Nel dopo-gara, un comprensibilmente atterrito Dovizioso non ha potuto che commentare con rammarico quanto successo in terra francese:

"Sono davvero dispiaciuto, questa volta si è trattato di un mio errore: sono arrivato un po' largo alla curva-6, ma non pensavo di incorrere in problemi con l'anteriore. E invece è proprio quello che è successo. È un vero peccato perché oggi avevo un ottimo feeling con la moto e pensavo di poter lottare per la vittoria senza problemi. Si tratta di un errore inaccettabile per chi, come me, vuole lottare per il titolo."

"In questo momento è difficile digerire l'errore perché di solito non ne faccio di questo tipo, ma sfortunatamente le gare a volte sono così. E ora dobbiamo guardare al futuro. Chiedo scusa alla squadra e ai ragazzi di Ducati Corse perché abbiamo fatto un lavoro eccezionale questo weekend: siamo arrivati alla gara in perfette condizioni e la nostra moto era semplicemente fantastica."

andrea-dovizioso-ducati-le-mans-8.jpg

Spiegando "a freddo" la sua sciagurata scivolata ai microfoni di Sky Sport, il "Dovi" non ha comunque accampato scuse:

"Superando Jorge ho fatto la "S" in modo diverso dal solito è quindi non ho trovato il giusto punto di frenata, tutto qui. La linea è stata diversa, e anche la velocità, ma non voglio cercare scuse. Volevo passare Jorge subito perché mi sembrava facesse un po' fatica, come a Jerez, ma anche perché non volevo avere Zarco dietro."

"Mi sentivo bene, non avevo nessun bisogno di forzare - anche perché era troppo presto - volevo solo mettermi davanti perché Zarco mi era sembrato agitato, forse un po' troppo aggressivo. Poi avevo visto che Marquez era rimasto un po' indietro con la gomma dura, ed era quindi quello il momento di approfittarne. E' un errore che pesa. "

andrea-dovizioso-ducati-le-mans-9.jpg

La delusione di Le Mans è arrivata subito prima del GP d'Italia del Mugello, circuito su cui Ducati e Honda hanno testato un paio di settimane fa con esiti decisamente incoraggianti per la casa nipponica. Nonostante ciò, Dovizioso si dichiara ottimista in vista dell'appuntamento toscano:

"Nei test le Honda hanno davvero volato, non sono semplicemente "andate più forte". Ma prove e test vanno presi sempre 'con le pinze' perché non dicono sempre la verità."

"Se guardiamo certi turni di libere, a volte prendiamo anche mezzo secondo da Marquez, ma poi capita che in gara siamo veloci come lui se non addirittura di più."

andrea-dovizioso-ducati-le-mans-6.jpg

Secondo Dovizioso, il terzo posto conquistato in Francia da Valentino Rossi costituisce un'ulteriore dimostrazione di questa teoria:

"Anche Valentino questo weekend andava 'benino', ma non sembrava certo essere da podio. E invece alla fine l'ha fatto e non ha preso neanche tanti secondi di distacco dal primo."

"Sicuramente saremo veloci al Mugello. L'anno scorso io e Danilo abbiamo fatto la differenza e siamo stati là davanti, e può succedere ancora. Ma quest'anno vedo che ad ogni gara succedono cose diverse rispetto a quello che si è visto l'anno scorso..."

andrea-dovizioso-ducati-le-mans-4.jpg

  • shares
  • Mail