Mercato Superbike: il punto con Fabrizio Marcucci

Mercato Superbike: il punto con Fabrizio Marcucci

chaz-davies.jpg

Avevamo già parlato di un Chaz Davies in orbita Yamaha con la casa di Iwata alla ricerca di un top rider per dimostrare la validità dello sviluppo effettuato sulla R1. Ma non solo, il Campione del Mondo Jonathan Rea, colpito dalla bontà del progetto Panigale V4, si è offerto a Ducati per salire sulla nuova moto che esordirà il prossimo anno nel Mondiale SBK.

Jonathan, non felicissimo di alcuni rapporti personali all’interno del Team spagnolo Motocard che gestisce la logistica del Team Kawasaki, potrebbe essere intenzionato a cambiare marca. Dopo aver vinto tanto con Kawasaki, e aver dimostrato di essere il più forte potrebbe riportare la Ducati alla vittoria dopo tanti anni. Difficile immaginare chi possa essere il suo compagno di squadra tra Davies e Melandri, senza dimenticare che Rinaldi, al suo esordio nelle tappe europee della WSBK, sta facendo vedere cose molto interessanti.

Sul fronte Borgo Panigale arriverà un nuovo Team nella SBK: il Motocorsa dei fratelli Mauri. Il team quest’anno ha esordito in Superstock 1000 con Sandi ed il filippino TJ Alberto. Motocorsa ha presentato la sua richiesta di iscrizione al prossimo Mondiale e sta cercando di completare le coperture finanziarie necessarie, ma sembra sia molto vicino a confermare la partecipazione del prossimo anno.

Il pilota potrebbe essere Lorenzo Zanetti, attuale collaudatore della Panigale V4. Si vocifera di un interessamento anche dei fratelli Lorini proprio con la Panigale V4, ma sono diversi anni che la compagine laziale cerca di competere nel Mondiale SBK, senza poi riuscire a trovare il budget necessario.

SBK, Assen: Rea si aggiudica Gara 1
Novità importanti per Yamaha, non solo dal punto di vista dei piloti, ma anche da quello organizzativo. Sembrerebbe che Ten Kate possa effettuare uno storico cambio di marca passando da Honda a Yamaha. Yamaha è da tempo scontenta della gestione del Team inglese Crescent e stranamente gli olandesi stanno offrendo di provare i propri motori Yamaha R6 ai top team, non ultimo quello di Evan Bros di Fabio Evangelista.
Sul fronte piloti potrebbe rimanere il solo Van Der Mark, mentre si continua a parlare di un arrivo di un top rider come Sykes o Davies. Molto dipenderà da cosa farà Rea, se rimarrà in Kawasaki o si muoverà verso Borgo Panigale.

In occasione di Eicma BMW Motorrad presenterà la nuova S1000RR e sembra si sia già accordata con Milwaukee. Laverty sembra essere confermato e potrebbe rientrare nel Mondiale il tedesco Reiterberger. Aprilia potrebbe davvero rimanere senza Team in SBK. L’interesse di Noale è sempre più spostato verso la MotoGP e dovrebbe investire molto per far tornare vincente in SBK la RSV4. Non sembra questo l’interesse dei vertici Piaggio. Savadori potrebbe tornare a trovarsi in una posizione scomoda.

La Suzuki dopo il disastro prima in Superstock 1000 con il Team Phoenix e la non partenza della stagione 2018 con il team Grillini, potrebbe trovare finalmente una struttura degna della partecipazione al Campionato Mondiale SBK: il Team Althea di Genesio Bevilacqua. L’imprenditore di Civita Castellana, stanco degli scarsi risultati e del poco impegno da parte di BMW dovrebbe essere in dirittura di arrivo con la casa di Hamamatsu. Punta ad avere una moto molto simile a quella di Toni Elias nel Motoamerica, totalmente allestita da Yoshimura. Piloti Baz e Delbianco in cui l’imprenditore laziale crede moltissimo. Qualora Bevilacqua non riuscisse nell’impresa di riportare Suzuki nel Campionato Mondiale, potrebbe anche lasciare il Circus iridato.

Un secondo team Suzuki potrebbe essere il Go Eleven, ormai ai ferri corti con Kawasaki. Sono già due anni che la compagine italiana cerca di accordarsi con Suzuki e questa potrebbe essere la volta buona. Ma sarebbe solamente un Team assistito e non ufficiale come quello di Althea.

In Casa Puccetti Kawasaki, dopo il rinnovo contrattuale con Razgatlioglu, stanno cercando di lavorare per riportare Leon Haslam in pianta stabile nel Mondiale. Leon farebbe coppia con il turco, mentre Puccetti schiererebbe due moto in SBK. Manuel Puccetti sta lavorando anche sul fronte Supersport 600. Con l’abbandono di Sofuoglu sta cercando di allestire un super team per il prossimo anno nella classe di mezzo puntando ad avere due top riders. Gli obiettivi sono Cluzel e Cortese.

Per ora è tutto da Radio Paddock, presto torneremo sull’argomento mercato.

  • shares
  • Mail