Mercato moto: -6.1% in Europa a inizio 2018

Il mercato delle due ruote in calo nel primo trimestre del nuovo anno: crescono le motociclette (+4,7%) ma crollano i ciclomotori (-40,2%).

Motorcyclists take part in a demosntration in Paris on April 12, 2014, to protest the French government's plan to reduce the speed limit on secondary roads throughout the country. Thousands of bikers demonstrated across France against the possible introduction of a speed limit of 80 km/h, denouncing the measure as counterproductive. AFP PHOTO / FRANCOIS GUILLOT        (Photo credit should read FRANCOIS GUILLOT/AFP/Getty Images)

Secondo l'ultimo rapporto dell'ACEM (l'Associazione Europea dei Costruttori di Moto), il totale delle immatricolazioni di motocicli e ciclomotori nell'Unione Europea nel primo trimestre del 2018 è stato di 240.924 unità, dato che certifica una diminuzione del 6,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

La tendenza generale non è comunque stata rispettata uniformemente tra i singoli paesi: le vendite sono aumentate in alcuni dei "mercati chiave" del Vecchio Continente, tra cui Spagna (32.170, +11,5%) e Regno Unito (24,609, +5,6%) e sono rimaste stabili in altri, come in Italia (49.993, -0,6%), ma sono sono anche diminuite sensibilmente in nazioni importanti come Francia (47.881, -8%) e Germania (36.788, -13,5%).

Un dato positivo che emerge dal primo rapporto ACEM del 2018 e quello riguardante le immatricolazioni di motocicli nell'UE: 203.853 unità nei primi 3 mesi dell'anno, ovvero un aumento del 4,7% rispetto allo stesso periodo del 2017. Con 46.226 unità (+ 1,4%), l'Italia rimane ancora il più grande mercato europeo per le moto, seguita da Francia (36.979, +9,1%), Germania (36.058, +1,9%), Spagna (29.063, +16,7%) e Regno Unito (23.485, +7,4%).

07_riduzione_pedaggio_autostradale_motociclisti_harley-davidson_national_winter_rally_2014.jpg

Il 'tracollo' di inizio anno va quindi addebitato al segmento dei ciclomotori: ne sono stati venduti solo 37.071 da Gennaio a Marzo, un dato inferiore del 40,2% rispetto ai primi 3 mesi del 2017. Nonostante il clamoroso calo, il più grande mercato dei ciclomotori in Europa resta quello francese (10.102, -41,5%), seguito dai Paesi Bassi (8,856, -35,3%), Italia (3.867, -19,4%), Belgio (3.458, -14,8%) e Spagna (3.107, -21,4%).

Per quanto riguarda le due ruote a propulsione elettrica, il primo trimestre del 2018 ha registrato un aumento delle vendite del 7,1 % rispetto allo stesso periodo del 2017. Il dato combinato delle immatricolazioni di ciclomotori, motocicli e quadricicli elettrici hanno raggiunto quota 8.281 unità, il che rappresenta un aumento del 51,2% rispetto al primo trimestre 2017. In quest'ambito, i maggiori mercati europei in termini di volumi sono stati Francia (2.150), Paesi Bassi (1.703), Belgio (1.472), Spagna (1.258) e Italia (592).

pirelli-diablo-rosso-scooter-2017-26.jpg

Per quanto riguarda le moto elettiriche, il totale è stato di 1.726 veicoli registrati nell'UE tra gennaio e marzo 2018, pari a un + 118,5% su base annua. I maggiori mercati europei sono stati Francia (732, + 228%), Spagna (311, + 161%), Paesi Bassi (202, +304%) e Germania (173, -10,4%).

Le immatricolazioni di ciclomotori elettrici hanno invece raggiunto quota 5.824 unità facendo registrare un +50,8% rispetto ai primi 3 mesi del 2017. I maggiori mercati europei per i ciclomotori "zero emission" sono stati Paesi Bassi (1.501, +54,7%), Belgio (1.366, + 91,9%), Francia (1.204, -11,6%), Spagna (908, + 197%) e Italia (310, + 58,2%).

honda-true-adventure-offroad-academy-5.jpg

  • shares
  • Mail