Hydroform-Corsa: disegnato dalla passione

Lo spirito racing, la passione e l'ingegno di HP Corse: da qui nasce Hydroform-Corsa


Che si tratti solamente di estetica o ricerca di prestazioni, sostituire lo scarico alla moto è praticamente quasi un obbligo. Quell'"urlo" di potenza fa risvegliare le nostre passioni e poi si sa, il biker è debole e alle tentazioni cede subito. Quando poi HP Corse partorisce un capolavoro simile, resistere è veramente difficile.

Hydroform-Corsa, così si chiama l'ultima creazione di HP Corse, è frutto del lavoro e della passione di gente nata e cresciuta nella culla dei motori, l'Emilia. Sembra quasi un oggetto di design, unico nel suo genere e con spessori ridottissimi di materiale metallico, ciò dona al terminale un peso record ma senza far perdere rigidità alla struttura e un reflusso dei gas di scarico senza eguali, grazie a pareti interne perfettamente lisce. Il fondello con griglia metallica che fa molto MotoGP e, oggi, anche molta tendenza chiude lo scarico.

Ma vi siete chiesti come mai questo scarico non presenti saldature tanto meno tagli? E, soprattutto, il perchè di questo nome? La lavorazione di questo scarico è fuori dagli schemi: la forza di un fluido portato a pressioni elevatissime ha regalato questa particolare forma al terminale, appunto idroformatura, evitando così di indebolire la struttura con saldature e tagli, rovinando anche l'estetica. Lo scarico non è disponibile con Db-Killer ma solamente in due versioni racing, una insonorizzata e l'altra completamente vuota, chiamata megafono. Due i colori proposti da HP Corse, acciaio satinato o acciaio con trattamento ceramico nero.

  • shares
  • Mail