Rossi 5° a Jerez: "Ma la situazione è critica..."

Valentino Rossi si accontenta del 5° posto in Spagna ma non nasconde i problemi di casa Yamaha: "Senza la triplice caduta, sarei arrivato 8°".

motogp-jerez-2018-yamaha-movistar-14.jpg

Al termine di un weekend denso di difficoltà, Valentino Rossi (Movistar Yamaha) ha comunque accolto con cauta soddisfazione il quinto posto conquistato nel GP di Spagna di ieri. Anche il "Dottore" è stato infatti tra i piloti a beneficiare dello scontro tra Pedrosa, Dovizioso e Lorenzo che, in sostanza, ha omaggiato di 3 posizioni tutti i piloti della griglia ad eccezione Marc Marquez (Honda Repsol), a quel punto già involatosi verso la vittoria.

Durante la corsa della MotoGP a Jerez de La Frontera, il fuoriclasse pesarese della Yamaha non ha mai brillato nonostante la sua buona partenza dalla quarta fila. Con i piloti più veloci decisamente "fuori portata", Rossi si ritrovava così a lottare con Andrea Iannone (Suzuki Ecstar) e Danilo Petrucci (Alma Pramac Ducati) per una sesta posizione che, dopo la carambola sopra menzionata a 6 giri dalla fine, si trasformava in una contesa per il terzo gradino del podio.

Il 9-volte iridato però non riusciva a tenere il passo dei connazionali negli ultimi chilometri e alla fine si è dovuto accontentare del quinto posto, conquistato di misura sull'altra Ducati Pramac dell'arrembante australiano Jack Miller.

http-media-motoblog-it-7-7df-valentino-rossi-motogp-test-yamaha-valencia-2017-38.jpg

Alla luce dei tanti problemi accusati nella tre-giorni spagnola, nel dopo gara Rossi ha cercato di concentrarsi sui lati più positivi della sua prestazione:

"Il quinto posto, con il passo che ho avuto in questo fine settimana, non è poi così male. Sono stato anche fortunato perché tre piloti davanti a me sono caduti. Oggi abbiamo dato il massimo e la gara è stata piuttosto buona, ma sfortunatamente è questo il nostro potenziale in questo momento."

"Sono stato molto più veloce rispetto allo scorso anno, ma questo non è stato abbastanza per lottare per il podio. Se vogliamo provare a lottare per il podio e la vittoria, dobbiamo accelerare il nostro processo sviluppo e io spero di poterlo fare presto."

motogp-jerez-2018-yamaha-movistar-7.jpg

Ai microfoni di Sky Sport, Rossi ha poi tradito la sua frustrazione per gli insufficienti progressi della sua Yamaha YZR-M1 2018, confermati anche dal balbettante settimo posto del compagno di box Maverick Vinales:

"La verità è che speravo di fare un po' meglio, il problema è che siamo contenti di questo quinto posto. Sono contento perché in gara ho cercato comunque di dare il massimo, di restare concentrato e di non sbagliare niente perché sapevo sarebbe stata una gara difficile. Ma se non ci fosse stata la tripla caduta saremmo qui a parlare di un ottavo posto."

"La situazione è critica ed è da tanto che lo dico. I problemi sono abbastanza chiari ma siamo un po' lenti a reagire. Questo è quello che mi rende triste, ma io continuerò a sperare perché ci basterebbe migliorare in alcune cose per essere competitivi."

motogp-jerez-2018-yamaha-movistar-3.jpg

  • shares
  • Mail