Iannone ruggisce in Texas: "Finalmente sul podio!"

Prestazione maiuscola del pilota di Vasto nel GP delle Americhe e primo podio in MotoGP con Suzuki per lui: "Ora cercheremo di rimanere al top"

Gara memorabile per Andrea Iannone (Suzuki Ecstar) nel GP delle Americhe della MotoGP 2018, terzo round stagionale, che l'abruzzese ha portato a termine con un fantastico terzo posto per conquistare il suo primo podio nella classe regina indossando i colori del team factory di Hamamatsu.

Dopo essere stato costantemente tra i piloti più veloci durante tutto il weekend, Iannone ha scelto per la gara una gomma media all'anteriore e una dura al posteriore, combinazione che gli ha permesso di sfruttare al meglio il potenziale della sua GSX-RR sulla distanza di gara e chiudere terzo alle spalle dell'imprendibile Marc Marquez (Honda Repsol) e a 3"5 dal secondo posto di Maverick Vinales (Movistar Yamaha).

L'italiano della Suzuki ha così compiuto un importante balzo in classifica salendo a quota 31 punti, guadagnando 4 posizioni per installarsi al 6° posto assoluto, a -15 dal leader Andrea Dovizioso (Ducati Team).

andrea-iannone-suzuki-motogp-2018-austin-16.jpg

Nel dopo-gara, un commosso Andrea Iannone ha sottolineato l'importanza della perseveranza e del duro lavoro di tutta la squadra nella conquista dello splendido risultato di Austin:

"Sono davvero contento per questo podio, finalmente siamo riusciti a raggiungerlo! Possiamo dire di "essere tornati" dopo un periodo davvero difficile, sia per me che per Suzuki, ma ora le cose vanno decisamente meglio."

"Quest'anno siamo partiti bene, ma ho faticato parecchio durante le qualifiche, specialmente in Argentina. E quando parti da dietro, poi diventa davvero difficile recuperare, riuscire a superare e sfruttare il tuo passo. Ma durante questo fine settimana ho trovato subito un buon feeling con la moto, individuando presto un buon bilanciamento in frenata."

andrea-iannone-suzuki-motogp-2018-austin-11.jpg

Quello della stabilità in frenata è stato un problema che ha afflitto Iannone per lungo tempo, ma i progressi della sua Suzuki GSX-RR in questa ed in altre aree è certamente un dato incoraggiante per il pilota di Vasto in vista del resto della stagione:

"Ho sempre sofferto molto con l'anteriore in frenata, ma ora sappiamo la direzione da intraprendere in questo ed io ne sono davvero contento."

"Stiamo ancora lavorando per migliorare in alcune aree, ma sono davvero contento del mio lavoro e del lavoro fatto da Suzuki perché abbiamo sempre creduto nel nostro potenziale. E adesso, passo dopo passo, ci stiamo avvicinando ai più forti, e questo è molto importante. Ho imparato molto, ora cercheremo di rimanere al top".

andrea-iannone-suzuki-motogp-2018-austin-20.jpg

  • shares
  • Mail