Colin Edwards e Sebastian Porto proveranno la MotoE

Porto e Edwards saranno i primi a provare l'esperienza di una MotoGP elettrica dopo Loris Capirossi e Simon Crafar

motoe-3.jpg

Come si sa già da qualche tempo, nel 2019 partirà nell'alveo del Motomondiale la FIM MotoE World Cup, competizione riservata alle solo moto elettriche che sarà sponsorizzata da Enel e che avrà come fornitore unico l'italiana Energica.

La categoria, che vedrà 18 motociclette a "emissioni zero" schierate al via, sta piano piano prendendo forma: dopo Loris Capirossi, a provare una Energica MotoE è stato Simon Crafar, l'ex pilota neozelandese con un passato tra 500 e WSBK che è sceso in pista a Losail durante il week end inaugurale della stagione.

Nel corso di questo 2018 saranno molte le personalità -sostanzialmente ex piloti- a provare in anteprima le nuove MotoE in occasione dei vari Gran Premi: al prossimo GP, quello di Rio Hondo, toccherà all'argentino Sebastian Porto, vicecampione del Mondo della 250 che nel 2004 si giocò il titolo della middle class con Dani Pedrosa.

Ritiratosi due anni più tardi, Sebastian tornò a disputare una gara del Motomondiale nel 2014, quando prese parte proprio al round sudamericano in sella a una Kalex Moto2.

porto_sebastian_2004.jpg

In seguito, in concomitanza con il GP delle Americhe di Austin, sarà il turno di Colin Edwards: Texas Tornado si metterà ai semi-manubri della Energica per saggiarne le doti e deliziare un pubblico che, a distanza di ormai quattro anni dal suo ritiro, non ha mai smesso di amarlo.

Anche per un pilota esperto come Colin, la possibilità di provare una MotoGP elettrica è un'esperienza da non lasciarsi sfuggire...

colin-edwards-foto-gallery-carriera-sbk-motogp-167jpg

  • shares
  • Mail