Yamaha R1: ecco una livrea per il 20esimo anniversario

Durante il Motor Show in Inghilterra, è stata presentata questa creazione artigianale che esteticamente riprende lo stile della iconica R1 del 1998

yamaha-r1-20-aniversario-2017.jpg

La Yamaha YZF R1 è un'icona del motorsport, del mondo delle supersportive stradali e da pista. Non vi è in effetti un altro modo per definirla, considerando la sua storia, il suo blasone, la sua caratura. Una moto che nel 1998 fece scalpore per la sua potenza e la sua bellezza, tanto che, ancora oggi, avere un esemplare a carburatori di quegli anni è una fortuna.

Anche perchè, intendiamoci, la prima R1 aveva qualcosa come 150 cavalli a disposizione, scaricati in terra con una brutale potenza data dai Mikuni BDSR40, che la rendevano maledettamente affascinante.

Per lo meno fino al 2002 quando fu presentato il modello 2003 con l'introduzione dell'iniezione. La storia poi portò alla 2004, con il famigerato rapporto peso/potenza di 1:1 sulle riviste di tutto il mondo. Il 2007 come evoluzione, poi il motore crossplane, il primo con albero a croce, con quell'esemplare 2009 che in Superbike conquistò il titolo mondiale con Ben Spies. La latitanza di tante annate per poi giungere alla nuova era, quella nata nel 2015 con la Yamaha YZF R1 ed R1M, figlia della Yamaha M1.

yamaha-r1-20-aniversario-2017-24.jpg

Ecco, proprio questo modello, a distanza di vent'anni, ha celebrato al Motorcycle Show in Inghilterra, quella prima Yamaha R1 nella livrea e nei colori. Un contest, un concorso indetto su Facebook che ha premiato l'idea più bella. Ed in effetti, a vedere questa Yamaha R1 con i colori dell'iconica 1998, viene di nuovo la pelle d'oca per chi l'ha vissuta.

Esteticamente ha lasciato a bocca aperta tutti i visitatori, compreso Niall Mackenzie, leggenda Yamaha e padre dell'attuale pilota Tarran Mackenzie.

Una realizzazione amatoriale dunque. La speranza, è che Yamaha Motor Europe magari vedendo le foto, possa farsi venire in mente qualche strana idea...

yamaha-r1-20-aniversario-2017-porto.jpg

  • shares
  • Mail