Superbike test Jerez, Day-4: Melandri il più veloce in pista

L’italiano ha ottenuto il miglior tempo, con solo un decimo di vantaggio sul gruppo

Sono stati setti i piloti che sono scesi in pista nel quarto giorni di test di Jerez sempre con l'obiettivo di lavorare in ottica 2018, tra cui c’erano Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati) e il Kawasaki Racing Team. In pista anche Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) che ha completato 82 giri con l’obiettivo di capire il passo della moto Superbike. L’italiano ha condiviso il box con il pilota più veloce della giornata, Melandri, che ha fermato il cronometro sull'1'39:663.

Il suo compagno di squadra nell’Aruba.it Racing – Ducati Chaz Davies, invece, non è sceso in pista dopo la brutta caduta del mercoledì nella quale ha rimediato un piccolo infortunio al ginocchio destro. La coppia del Kawasaki Racing Team, Tom Sykes e Jonathan Rea, ha svolto un’intensa settimana di test e scenderà nuovamente in pista domani, venerdì, per concludere il lavoro.

Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) ha concluso la giornata con un tempo di 1’39.770 ed è chiaro che lui e il suo nuovo capo tecnico Andrew Pitt hanno trovato un competitivo assetto sulla sua YZF-R1. Il suo compagno di squadra Michael van der Mark, invece, ha concluso la giornata al quinto posto, continuando a cercare un passo migliore e ottenendo il miglior riferimento cronometrico in 1’40.199.

Leon Camier (Red Bull Honda World Superbike Team) ha apportato alcuni importanti miglioramenti nella sua seconda giornata con la CBR1000RR Fireblade SP2, mettendo a segno il terzo in assoluto. Xavi Fores (BARNI Racing Team) ha potuto continuare a lavorare sulla messa a punto della sua Panigale, ottenendo il quarto miglior tempo in 1’40.002. Concentrandosi principalmente sul ritmo di gara, il pilota spagnolo ha percorso 58 giri.

Classifica Test Superbike Jerez Day-4
1. Marco MELANDRI | 1:39:663
2. Alex LOWES | 1:39:770 | +0.107
3. Leon CAMIER | 1:39:797 | +0.134
4. Xavi FORES | 1:40:002 | +0.339
5. Michael van der MARK | 1:40:199 | +0.536
6. Niccolo Canepa | 1:40:593 | +0.930
7. Michael Ruben RINALDI | 1:40:606 | +0.943

Superbike test Jerez, Day-3: Dominio Kawasaki, Sykes precede Rea


Terzo giorno di Test a Jerez per i piloti del Mondiale SBK dominati dalla coppia del Kawasaki Racing Team, Tom Sykes e Jonathan Rea che sono stati i più veloci in pista in una giornata di prove svolta insieme ai cugini della classe regina. Il tempo più veloce porta il nome di Sykes, in 1’38.735, che ha anche firmato il giro record della pista.

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) è stato il primo pilota a uscire dal box nella mattinata e ha guidato per la prima volta la Panigale, un regalo che gli ha fatto il team Aruba dopo aver vinto il titolo dell'European Superstock 1000. Leon Camier (Red Bull Honda World Superbike Team) ha girato con la Fireblade CBR1000RR SP2 ottenendo il suo miglior crono in 1’40.856.

A Jerez hanno girato anche Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati) e Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati) e il Ducati team ha lavorato sul nuovo limitatore di giri, in ottica 2018. La coppia ha percorso 120 giri e la giornata si è conclusa con difficoltà, considerando che Davies è incappato in una caduta e non ha potuto migliorare il suo crono di 1’40.630. Per questa caduta sono state esposte le bandiere rosse e il gallese tornerà in sella oggi, nonostante la contusione rimediata al ginocchio.

Chaz Davies ha dovuto quindi interrompere anzitempo i test con il team Aruba.it Racing - Ducati. Una risonanza magnetica ha infatti evidenziato un trauma distorsivo del legamento collaterale mediale e crociato anteriore del ginocchio destro, con annessa contusione ossea, oltre che ad un trauma contusivo al polso sinistro. “Sfortunatamente, una caduta nella prima giornata di prove ci ha impedito di svolgere la maggior parte del programma previsto. -ha detto il pilota Ducati - Ora osserverò qualche giorno di riposo assoluto per ridurre l’infiammazione, e lunedì visiterò un fisioterapista sportivo per valutare un programma di recupero. È la prima volta che riporto un infortunio al ginocchio, dobbiamo solo avere pazienza ma spero e credo che potrò ricominciare ad allenarmi nel giro di poche settimane”.

Il Pata Yamaha Official WorldSBK Team ha avuto tre piloti in pista, infatti insieme ai due ufficiali Alex Lowes e Michael van der Mark c’era anche Niccolò Canepa, presente per aiutare il team a svolgere la grande mole di lavoro. Il britannico Lowes ha avuto una buona giornata, conclusa in quarta posizione, con il tempo di 1’39.715 e 70 giri all’attivo. L’olandese, invece, ha chiuso sesto, svolgendo sei giri in più del suo compagno di squadra, firmando il suo miglior riferimento cronometrico in 1’40.573.

Classifica Test Superbike Jerez Day-3
1. Tom SYKES Laps: 69 1:38:735
2. Jonathan REA Laps: 71 1:39:050 +0.770
3. Marco MELANDRI Laps: 65 1:39:715 +1.435
4. Alex LOWES Laps: 70 1:39:715 +1.435
5. Xavi FORES Laps: 63 1:40:542 +2.262
6. Michael van der MARK Laps: 84 1:40:573 +2.293
7. Chaz DAVIES Laps: 64 1:40:630 +2.350
8. Leon CAMIER Laps: 61 1:40:856 +2.576
9. Niccolo CANEPA Laps: 68 1:41:294 +3.014
10. Michael RINALDI Laps: 67 1:41:374 +3.094

Superbike test Jerez, Day-2: Sykes precede Loris Baz


loris-baz-test-bmw.jpg

Si è svolta ieri a Jerez la seconda giornata di test Superbike nella quale è stato Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) il pilota più veloce in pista. Per il pilota inglese della Kawasaki 74 giri all'attivo ed il miglior tempo in 1'39.692 davanti al neo acquisto BMW Loris Baz che si è detto felice dell'avvio di pre-stagione: “E’ stato un test molto positivo. E’ stato strano all’inizio ovviamente, con tante cose alle quali abituarmi, ma abbiamo lavorato duramente e bene. Ho completato tanti giri, necessari per poter trovare il giusto feeling. La moto mi piace molto, soprattutto l’anteriore e la gomma anteriore, mentre ho avuto più difficoltà con la parte elettronica. Fatico ancora con le gomme fresche, un aspetto sul quale continueremo a lavorare, ma in una simulazione di gara che abbiamo fatto stamattina, siamo stati veloci, con tempi in linea con quelli visti durante l’ultima gara che si è disputata su questa pista. Quindi, tutto sommato, sono molto contento e non vedo l’ora di tornare in pista...”

Sykes ha continuato a lavorare su alcuni piccoli problemi avuti con la ZX-10RR del 2018. L’inglese è stato l’unico pilota ad abbattere il muro dell’1’40, non fosse altro perché il compagno di squadra e campione del mondo Jonathan Rea non era presente.

Jordi Torres (MV Agusta Reparto Corse) ha continuando a lavorare con la nuova squadra cercando di capire il più possibile la moto moto italiana, per questo è stato il primo a scendere in pista. Lo spagnolo ha fatto 70 giri e ha chiuso la giornata nella top 3 mentre inizia ad adattare il suo stile di guida alla moto.

savadori.jpg


Il Milwaukee Aprilia è stato nuovamente in pista per la maggior parte della giornata con Lorenzo Savadori che ha iniziato a lavorare con il suo nuovo capo-meccanico. Savadori e il suo compagno di squadra Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) hanno completato 140 giri e hanno concluso i test con molti dati che saranno utili per la prossima stagione.

Leandro Mercado (Orelac Racing VerdNatura) ha girato per il secondo giorno sulla Kawasaki ZX-10RR. L’argentino sta conoscendo la moto e il team, e in questa giornata ha completato 29 giri, con il suo miglior riferimento cronometrico in 1’41.034.

Classifica Test Superbike Jerez Day-2
1. Tom SYKES | 1:39.692
2. Loris BAZ | 1:40.468 | +0.776
3. Eugene LAVERTY | 1:40.551 | +0.859
4. Jordi TORRES | 1:40.595 | +0.903
5. Lorenzo SAVADORI | 1:40.841 | +1.149
6. Leandro MERCADO | 1:41:034 | +1.342

Superbike test Jerez, Day 1: Rea è sempre il più veloce


rea-superpole.jpg

Superbike 2018 - Cambiano le regole, castrano il numero di giri del propulsore Kawasaki, ma alla fine - come nella matematica - cambiando il numero degli addendi, il risultato non cambia: Jonathan Rea si prende la prima posizione nel primo giorno di test di Jerez de la Frontera.

Insomma, a ben vedere, potrebbe sembrare che fino ad oggi Rea abbia giocato con gli avversari, forte di una superiorità a tratti imbarazzante. Sarà cosi anche nel 2018? Le premesse sembrano quelle. Rea ha chiuso la giornata con il tempo di 1'39.650 millesimi, sette decimi in più rispetto alla superpole di Melandri.

Si tratta di una doppietta quella di oggi: secondo è Sykes, staccato di 355 millesimi dal compagno di squadra.

Non è cambiato nulla dunque? Beh, mica tanto, ma dietro qualcosa si muove. Terza posizione per Eugene Laverty con l'Aprilia Milwaukee, staccato di un secondo e mezzo, mentre Lorenzo Savadori chiude staccato di ulteriori due decimi dal compagno di squadra.

Tra Laverty e Savadori, nel mezzo, ecco Leon Haslam, quarto, ed un Loris Baz che sembra già a suo agio con la BMW del team Althea.

Superbike: il 2018 inizia con i test di Jerez de la Frontera


sbk-test-jerez-2018.jpg

Superbike 2018 - Il mondiale delle derivate di serie riapre i propri battenti in quel di Jerez de la Frontera per una due giorni di test invernali in cui saranno protagonisti da un lato i piloti di casa Kawasaki, con il team campione del mondo capitanato da Guim Roda e Jonathan Rea e Tom Sykes, il team Pedercini con Yonny Hernandez e Mv Agusta con Jordi Torres. Non mancherà nemmeno casa BMW con Loris Baz, neo acquisto della compagine di Genesio Bevilacqua.

Sarà una prima fase, un primo antipasto a cui farà seguito - dal 22 al 24 novembre - un'altra tre giorni in cui calcheranno Jerez de la Frontera gli altri protagonisti tra cui Ducati Aruba, Yamaha Pata, Honda con Leon Camier, Aprilia Milwaukee, oltre a Kawasaki Racing Team che continuerà dopo i primi due giorni.

rea-superpole.jpg

Sarà una settimana interessante per l'adozione delle nuove regole tecniche in quella che dovrebbe essere una soluzione voluta da Dorna per cercare di far tornare - non senza tanti dubbi - lo spettacolo nelle derivate di serie. Non si potrà certamente valutare il sistema delle parti in concessione, dunque le possibilità per i team privati di poter avere il materiale dei team ufficiali con costi prefissati dall'organizzatore. Si potrà notare invece qualche test riguardo al limitatore di giri.

E' fondamentale conoscere dunque i limiti fissati dalla stessa Dorna: Kawasaki avrà 14.100 giri contro i 15.000 precedenti. Dunque bisognerà capire come avranno lavorato in merito i tecnici di Akashi. Per quanto riguarda BMW invece, il limite fissato è di 14.700 giri/min. Una chance in più per risalire da parte di una moto che sarà guidata dall'ex MotoGp Loris Baz.

Update: Il team Puccetti non sarà presente a questi test di Jerez de la Frontera. Il team ha comunicato la rinuncia a questi test a causa della prematura scomparsa del padre di Toprak Razgatlioglu, perito in un incidente stradale. Le condolianze da parte della redazione di Motoblog.it

loris-baz.jpg

  • shares
  • Mail