The Backburner: Honda CBR360T by Federal Moto

The Backburner, una CBR360T del 1976 è l'ultimo lavoro dei ragazzi di Chicago.

Una moto, una storia. C’è sempre una storia dietro a una moto, specialmente quando è smontata pezzo per pezzo e riposta in semplici e anonimi scatoloni di cartone, in attesa della rinascita.

The Backburner è l’ultimo lavoro dei ragazzi di Federal Moto, una vecchia Honda CBR360T del 1976 trasformata in una street tracker con gomma tassellata Metzeler. Come riporta Bike Exif, la moto, appartenuta ad una ex fidanzata di Peter Müller, smontata, inscatolata e stipata in magazzino non ha fatto altro che accumulare polvere per molti anni.

Poi un giorno hanno accettato un lavoro su commissione, cosa che i ragazzi di Chicago tendono ad evitare per non incasinarsi la vita con i clienti per questioni di budget, tempi e aspettative. Con la piena libertà creativa Peter e suo fratello Mike hanno finalmente rimesso le mani sulla Honda CBR360T.

Ma nel corso degli anni e dei vari spostamenti dell’officina, alcuni componenti della moto sono andati persi per sempre. Trovati tutti i pezzi mancanti la CBR è stata completamente ricostruita. Ogni singola parte è stata smontata, ispezionata, levigata, riparata, sostituita, modificata, lucidata. In più è stato risolto anche un annoso problema della CBR360, quello della lubrificazione del cilindro, una problematica ben nota e documentata nel corso degli anni.

Infine, i ragazzi di Federal Moto hanno dotato la moto di accensione elettronica montando una piccola batteria agli ioni di litio sotto la sella. La coda presenta una piccola luce a LED con un parafango interno. Lo scarico è originale, ricondizionato, tagliato e modellato al quale sono poi stati aggiunti due silenziatori a cono inverso.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO