Motegi, Iannone 4°: "Finalmente mi sono divertito!"

Risultato positivo per l'italiano della Suzuki nel GP del Giappone: "Contento dei miglioramenti fatti tra warm-up e gara"

La pioggia che per tutto il weekend ha flagellato il Twin Ring Motegi si è rivelata benefica per Andrea Iannone che nel GP del Giappone, dopo diversi round deludenti, ha raccolto il suo miglior risultato stagionale in sella alla Suzuki GSX-RR: 4° posto, a circa 10" dall'ultimo gradino del podio conquistato dal connazionale Danilo Petrucci.

Al buon risultato dell'italiano si aggiunge anche il miglior piazzamento stagionale del suo compagno di box, il rookie spagnolo Alex Rins, 5° per la soddisfazione del CEO della casa di Hamamatsu Toshihiro Suzuki giunto in visita alla squadra.

andrea-iannone-motegi-2017-motogp-suzuki-016.jpg

Sin dalle fasi iniziali della gara, sempre su pista inumidita, Iannone ha mantenuto un passo convincente che alla fine lo ha visto misurarsi con il compagno di colori per il primo posto giù dal podio, conquistato negli ultimi giri.

La classifica rimane deficitaria per Iannone, con il pilota di Vasto 15° in graduatoria piloti MotoGP con 50 punti, ma i progressi del weekend (che ha visto anche l'introduzione di una nuova carenatura con appendici aerodinamiche) sono certamente incoraggianti per il futuro.

andrea-iannone-motegi-2017-motogp-suzuki-020.jpg

A "bocce ferme", un evidentemente soddisfatto Andrea Iannone ha poi così commentato il suo importantissimo 4° posto di Motegi:

"Finalmente una gara in cui mi sono divertito e che è stata positiva per noi. Sono partito bene e sono riuscito a mantenere un passo consistente."

"Sono contento per i miglioramenti che abbiamo fatto tra il warm-up e la gara, che ci hanno permesso di trovare questa solidità ed è bello aver fatto una buona corsa proprio in Giappone: è un buon segno dopo tutte le difficoltà che abbiamo affrontato quest'anno."

andrea-iannone-motegi-2017-motogp-suzuki-010.jpg

La prestazione del Twin Ring Motegi diventa ora la piattaforma da cui lanciare lo sprint nelle ultime tre gare della stagione. Iannone ha comunque voluto ringraziare tutto l'ambiente Suzuki per la fiducia riposta in lui dopo le ultime delusioni:

"Abbiamo ancora molto lavoro da fare, dobbiamo ancora crescere, ma rispetto all'inizio della stagione siamo ora più consapevoli in riferimento a dove possiamo migliorare."

"Voglio ringraziare l'intera azienda Suzuki per tutti gli sforzi che stanno mettendo nel progetto, e anche la mia squadra e l'intero Team Suzuki Ecstar. Non si sono mai arresi e continuano a credere in me!"

andrea-iannone-motegi-2017-motogp-suzuki-001.jpg

  • shares
  • Mail