Iannone 7° a Motegi con la nuova carena

L'abruzzese in pista in Giappone con nuove appendici aerodinamiche per la sua Suzuki GSX-RR: "E' uno dei nostri migliori venerdì"

Nella prima giornata di prove libere per il GP del Giappone, disputatasi su un tracciato di Motegi sempre bagnato, Andrea Iannone ha conquistato un buon 7° tempo con una Suzuki GSX-RR apparsa piuttosto rivitalizzata dopo la due giorni di test ad Aragon.

Quella più vistosa è senza dubbio la una nuova carenatura, con la casa di Hamamatsu che ha proposto una sua inedita interpretazione di quello che è l'attuale regolamento in materia.

Le pronunciate appendici aerodinamiche nella parte anteriore della moto, da qualcuno già battezzate "baffi", sembrano aver incontrato per ora il favore dei piloti, e rappresentando comunque una soluzione leggermente più avvenente di quanto proposto, ad esempio, da Ducati.

mgp15andrea-iannone11.jpg

Iannone ha utilizzato la nuova carenatura nella sessione del pomeriggio, nella quale si è guadagnato il settimo tempo assoluto con 1'55.614, a +0.737 dal best lap firmato 'ex-compagno' di box Andrea Dovizioso. Il pilota del team Ecstar Suzuki ha così commentato la giornata:

"La giornata è stata positiva, probabilmente è uno dei nostri migliori venerdì di quest'anno. Abbiamo lavorato tanto con pneumatici usati, soprattutto nel pomeriggio, facendo segnare tempi veloci sul giro con continuità. Ho un buon feeling con la GSX-RR."

"Nel pomeriggio abbiamo fatto alcune modifiche che si sono dimostrate efficaci: dobbiamo cercare di conservare questi miglioramenti, come fanno i nostri concorrenti."

mgp15suzuki-box1.jpg

Il pilota di Vasto ha comunque ribadito di non essere ancora vicino all'esprimere il suo massimo potenziale sulla moto di Hamamatsu:

"Domani sarà molto importante perché ci manca ancora qualcosa. Continuiamo a fare fatica quando spingo la moto al limite, soprattutto sul singolo giro veloce, che è la cosa più importante per la qualifica. Il passo, d'altro canto, non è affatto male."

"Ci siamo mantenuti del margine quindi, e le sensazioni con la moto sono davvero buone."

motogp-2017-alex-rins-9.jpg

Il compagno di box Iannone, il rookie spagnolo Alex Rins, si è detto soddisfatto degli ultimi aggiornamenti della GSX-RR dopo il suo 10° posto di oggi, a +1.352 da Dovizioso. Era stato lui il primo a uscire in pista a Motegi con la nuova livrea, nelle FP1:

"Il test del Motorland è stato piuttosto buono per noi, ci ha dato l'opportunità di testare un sacco di cose. Nel primo giorno qui a Motegi, anche se su pista bagnata, ho avuto davvero un buon feeling con la moto."

"La nuova carenatura preme di più la ruota anteriore a terra e per questo la moto si impenna meno. È fantastico vedere che Suzuki stia lavorando così bene. Per domani spero di fare un altro passo avanti, anche se dovesse piovere ancora".

motogp-2017-alex-rins-3.jpg

Davide Brivio, team manager di Ecstar Suzuki, ha così commentato il lavoro del team e il debutto delle nuove 'alette' areodinamiche:

"Nonostante il maltempo è stata una buona giornata, con Andrea e Alex [Rins7] nella Top 10 provvisoria. Abbiamo cercato di sfruttare al meglio queste condizioni per conoscere meglio la moto e fare progressi. Sembra che pioverà per tutto il fine settimana, e questo per certi versi è vantaggioso perché ci permette di avere condizioni stabili su cui lavorare."

mgp15andrea-iannone10.jpg

"Abbiamo anche introdotto una nuova carena ed entrambi i piloti hanno dato un responso positivo dopo le loro prime uscite. Andrea ha avuto una giornata incoraggiante: ha fatto due buone sessioni, in particolare nel pomeriggio, ed è rimasto costantemente nelle prime posizioni."

"Abbiamo ancora spazio per migliorare con l'elettronica e il FP3 sarà cruciale per questo. Siamo qui per essere competitivi per la qualificazione".

motogp-2017-alex-rins-1.jpg

  • shares
  • Mail