Off Road Party Aprilia - BIS

Aprilia Off Road
Sono perfettamente in linea con le impressioni che ha avuto Filippo sulla presentazione ufficiale dei modelli Off Road SXV/RXV di Aprilia, mi ha colpito molto l'entusiasmo dei Manager Aprilia, in particolare la passione col quale descriveva il progetto il responsabile della business unit Off Road l'Ing. Mariano Roman al quale sembrava persino gli brillassero gli occhi.

Lo stesso Ing. Roman ha inoltre annunciato che durante la prossima edizione del Salone Internazionale del Motociclo di Milano verranno presentati in anteprima tre nuovi modelli.

Tutto farcito da filmati "spettacolari" che comunque hanno reso molto l'idea degli obiettivi ambiziosi che Aprilia si è prefissata nel segmento enduro e motard.

Come ex-cliente Aprilia sono felice della strada intrapresa dalla casa di Noale, accompagnata per mano da mamma Piaggio.

Veniamo ora ai dettagli di queste Aprilia SXV/RXV 450/550 snocciolando nel dettaglio ogni particolare.



DESIGN


Design SXV

Le moto Aprilia SXV/RXV godono di una cura maniacale per il design, essenziali, in cui non è ammesso il superfluo. Le sovrastrutture plastiche ridotte al minimo contribuiscono sia alla funzionalità sia alla riduzione complessiva della massa, oltre che ad una pulizia generale del design. Le linee tese e decise, inoltre, trasmettono una sensazione di leggerezza e di qualità costruttiva.

I designer Aprilia hanno lanciato un nuovo stile per le moto off road e per le motard. Su SXV/RXV è la tecnica a catalizzare lo sguardo: basta guardare il motore V2, il telaio misto a traliccio e alluminio, lo scultoreo forcellone. Il design della coda e dei fianchetti posteriori è innovativo e si distacca completamente dai canoni consolidati per il settore off road, così come il posizionamento centrale dell'impianto di scarico con uscite sdoppiate sotto il parafango posteriore. Un design che porta in dote soluzioni geniali come i convogliatori fissi che permettono di rendere basculante il serbatoio benzina a vantaggio della facilità di accesso alla scatola filtro.



MOTORE


Motore

Lo straordinario motore V2, prodotto interamente da Aprilia è naturalmente il fiore all’occhiello delle SXV/RXV. L’Aprilia è la prima casa al mondo, ad aver creduto nell’architettura V2 anche in un segmento in cui nessuno aveva ancora osato tanto. I traguardi esaltanti raggiunti nelle competizioni hanno dato ragione a questo progetto ardito, che ora è stato riportato sui modelli di grande serie. Un prodotto di altissimo livello che ha già dimostrato sui campi di gara un’affidabilità assoluta.

L’angolo compreso tra i cilindri di 77° è il risultato di innumervoli sperimentazioni, 14 per la precisione, che hanno avuto come scopo non solo l’ottenimento delle massime prestazioni, ma anche una dinamica delle vibrazioni particolarmente favorevole, che ha consentito ai tecnici di rinunciare al contralbero di bilanciamento ottenendo comunque un tasso di vibrazioni nettamente inferiore a qualsiasi motore monocilindrico.

I cilindri sono integrati nel carter con canne umide sostituibili. Inoltre, la particolare architettura del V2 ha consentito una disposizione estremamente razionale degli organi ausiliari compattando al massimo il motore. I risultati sono sorprendenti: il V2 Aprilia si pone come uno dei bicilindrici a V più compatti del mondo, addirittura più compatto di molti monocilindrici di analoga cilindrata. Tutte le scelte dei progettisti sono state dettate dalla necessità di ottenere il massimo livello di potenza possibile, aumentando allo stesso tempo il range di utilizzo. La sofisticata gestione elettronica del motore, sviluppata internamente dal Reparto Corse Aprilia, introduce numerose novità nel settore. L’iniezione con corpi farfallati da 38 mm (40 mm per la 550) è gestita da una centralina programmabile. Inoltre sul motore della SXV, unico caso attualmente sul mercato, l’albero secondario è più lungo per consentire il montaggio più esterno del pignone. Di conseguenza è possibile montare pneumatici racing senza che la catena entri in contatto con nulla.



La cilindrata unitaria contenuta ha reso possibile la realizzazione di un albero motore monolitico estremamente compatto e leggero, che permette di avere un propulsore assolutamente reattivo ai comandi del gas, ma anche una moto rapida e maneggevole grazie allo scarso effetto giroscopico dell’albero motore stesso. Diminuiscono inoltre tutte le inerzie in accelerazione o in decelerazione tipiche dell’utilizzo di grandi alesaggi e corse. Il risultato sono regimi mai raggiunti per moto di questo genere, con un regime massimo di 13.000 (per il 450 Motard)

La distribuzione monoalbero in testa con quattro valvole in titanio per ogni cilindro ha consentito di ottenere il miglior compromesso tra compattezza, leggerezza e performance.

Tecnologia non significa solo prestazioni, ma anche affidabilità e durata nel tempo. Il motore V2 tocca nuovi picchi anche in questo senso, assicurando una accessibilità meccanica esemplare agli elementi di prima neccessità (candele, filtri olio, filtro aria). Ma soprattutto con SXV e RXV si allungano notevolmente gli intervalli di manutenzione, decisamente superiori alla media.



Per la riduzione del peso l’impegno non è stato da meno, stabilendo un vero record per un motore con questa architettura, per di più dotato di avviamento elettrico. Per ottenere tale risultato non si è lesinato sull’impiego di materiali nobili e ultraleggeri: i carter centrali sono realizzati in lega Alluminio Silicio, tutti i coperchi sono in magnesio, le valvole in titanio, e tutta l’ingranaggeria è profondamente alleggerita.



Ciascun motore è tarato e realizzato specificatamente per l’utilizzo della moto. I rapporti del cambio sono specifici per l’utilizzo motard sulla SXV e per l’utilizzo enduro sulla RXV, inoltre le mappature dell’iniezione e dell’accensione sono studiate appositamente per garantire il carattere adeguato al motore a seconda dell’utilizzo: più allungo agli alti regimi per la guida nel supermotard, erogazione più dolce ai bassi e medi regimi per l’enduro.



CICLISTICA


Telaio SXV

Una moto senza compromessi come la SXV/RXV non poteva esimersi dall’avere una ciclistica di altissimo livello. Il telaio perimetrale è stato sviluppato di pari passo con il motore. Un traliccio di tubi in acciaio è fissato per interferenza a piastre laterali in alluminio stampato a formare una struttura estremamente rigida. Il motore è parte integrante della ciclistica agendo come elemento stressato e contribuendo alla rigidità dell’insieme.



Il forcellone di alluminio a sezione variabile è un lampante esempio di design industriale. È elemento caratteristico della moto ma soprattutto offre la rigidezza strutturale più alta della categoria. Un leveraggio progressivo aziona il monoammortizzatore pluriregolabile, con Piggy back e doppia regolazione idraulica delle alte/basse velocità. La forcella a steli rovesciati (45 mm per la RXV, 48 mm per la SXV) ha settaggi studiati per ciascuna moto e offre tutte le regolazioni possibili, così da permettere ad ogni pilota di personalizzare l’assetto della moto.

Sulla SXV è montato un forcellone più largo per consentire un passaggio catena più esterno e di conseguenza il montaggio di cerchi posteriori fino a 6.5 pollici.



IMPIANTO FRENANTE


Freni SXV

Massima tecnologia e performance della ciclistica trovano una spalla adeguata in un impianto frenante ai massimi livelli. Sulla RXV, assistiti dalle ottime pinze, frenano dischi wawe alleggeriti (270 mm l’anteriore), per il massimo controllo della frenata anche nelle situazioni più difficili.

Potenza pura per la SXV, che utilizza invece un disco flottante da ben 320 mm con una pinza radiale in grado di assicurare staccate da gran premio.

Il disco posteriore da 240 mm con pinza a singolo pistoncino offre il perfetto connubio tra potenza e modulabilità.



COMPONENTISTICA


Componenti SXV

Tutta la componentistica di Aprilia SXV/RXV è di prim’ordine e di assoluto pregio :
- Strumentazione digitale: ultraleggera e compatta, in grado di fornire tutte le informazioni necessarie al pilota.

- Manubrio in alluminio a sezione variabile senza traversino, per una elasticità ed un controllo ottimale

- Faro posteriore a LED ad altissima luminosità

Aprilia RXV – Scheda Tecnica (tra parentesi i dati del motore 550)


Aprilia RXV

Tipo motore: Bicilindrico 77°, 4 tempi, raffreddamento a liquido, distribuzione monoalbero a camme in testa con bilanciere sullo scarico, comando a catena, 4 valvole in titanio.

Carburante: Benzina Senza Piombo
Alesaggio e corsa: 76 x 49.5 mm (80 x 55 mm)

Cilindrata totale: 449 cc (549 cc)

Rapporto di compressione: 12,5 :1 (12:1)

Alimentazione: Sistema integrato di gestione accensione e iniezione elettronica del motore. Diametro corpo farfallato: 38 mm. (40 mm)

Accensione: Elettronica

Avviamento: Elettrico

Generatore: 340 W

Lubrificazione: A carter secco con serbatoio esterno. Lubrificazione cambio separata

Cambio: A 5 rapporti, rapporto di trasmissione enduro, 1° 12/31, 2° 13/25, 3° 15/23, 4° 19/24, 5° 21/22

Frizione: Dischi multipli in bagno d’olio con comando meccanico

Trasmissione primaria: Ad ingranaggi a denti diritti, rapporto di trasmissione: 22/56

Trasmissione finale: A catena, rapporto di trasmissione: 15/48

Telaio: Perimetrale in acciaio con montanti in lega

Sospensione anteriore: Forcella teleidraulica, doppia regolazione, con steli rovesciati Ø 45

Sospensione posteriore: Forcellone in alluminio scatolato con corpo fuso. Ammortizzatore idraulico regolabile in estensione e compressione.

Freni: Ant.: Disco in acciaio inox Ø 270 mm. con pinza flottante. Post.: Disco in acciaio inox Ø 240 mm. con pinza flottante

Cerchi: In lega leggera ant.: 1,60 x 21^ e post.: 2,15 x 18^

Pneumatici: ant. 90/90 x 21^ post. 140/80 x 18^

Dimensioni: Lunghezza max: 2,222 mm, Larghezza max: 800 mm, Altezza da terra: 396 mm, Altezza sella: 996 mm, Interasse: 1,495 mm

Serbatoio: Capacità 7,8 litri

Colori: Nero Aprilia/Rosso Fluo



Aprilia SXV – Scheda Tecnica (tra parentesi i dati del motore 550)


Aprilia SXV

Tipo motore: Bicilindrico 77°, 4 tempi, raffreddamento a liquido, distribuzione monoalbero a camme in testa con bilanciere sullo scarico, comando a catena, 4 valvole in titanio

Carburante: Benzina Senza Piombo

Alesaggio e corsa: 76 x 49.5 mm (80 x 55)

Cilindrata totale: 449 cc (549 cc)

Rapporto di compressione: 12,5 :1 (12 : 1)

Alimentazione: Sistema integrato di gestione accensione e iniezione elettronica del motore. Diametro corpo farfallato: 38 mm. (40 mm)

Accensione: Elettronica

Avviamento: Elettrico

Generatore: 340 W

Lubrificazione: A carter secco con serbatoio esterno. Lubrificazione cambio separata

Cambio: A 5 rapporti, rapporto di trasmissione: 1° 13/30, 2° 15/27, 3° 16/23, 4° 20/23, 5° 21/21.

Frizione: Dischi multipli in bagno d’olio con comando meccanico

Trasmissione primaria: Ad ingranaggi a denti diritti, rapporto di trasmissione: 22/56

Trasmissione finale: A catena, rapporto di trasmissione: 15/46 (16/46)

Telaio: Perimetrale in acciaio con montanti in lega

Sospensione anteriore: Forcella teleidraulica, doppia regolazione, con steli rovesciati Ø 48

Sospensione posteriore: Forcellone in alluminio scatolato con corpo fuso. Ammortizzatore idraulico regolabile in estensione e compressione.

Freni: Ant.: Disco in acciaio inox Ø 320 , con pinza radiale. Post.: Disco in acciaio inox Ø 240 , con pinza flottante

Cerchi: In lega,ant.: 3,50 X 17 ^, post.: 5,50 X 17^

Pneumatici: ant.: 120/70 X 17^, post.: 180/55 X 17^

Dimensioni: Lunghezza max: 2,220 mm, Larghezza max: 800 mm, Altezza da terra: 318 mm, Altezza sella: 918 mm, Interasse: 1,495 mm

Serbatoio: Capacità 7,8 litri

Colori: Nero Aprilia/Rosso Fluo

  • shares
  • +1
  • Mail