Ducati Monster S4R "Warthog Mille" by Anvil Motociclette

Warthog Mille, una Monster S4R trasformata in una special post-atomica da Anvil Motociclette

Quasi una special post-atomica, rude e grezza, che si distacca molto dai precedenti lavori di Anvil Motociclette: la Warthog Mille è l'ultima fatica del duo emiliano, già autore di belle realizzazioni in chiave vintage come la Revenge e la Rusty Quattroemezzo.

Tradotto in italiano Warthog significa "facocero", nome che ben si presta a questa Ducati Monster profondamente modificata: non un Mostro qualunque, ma una S4R, una delle prime Supernaked a comparire nei listini e passata alla storia per essere equipaggiata con il Desmoquattro della mitica 996.

E' stata costruita da Anvil in collaborazione con Officine Italiane Zard: il committente ha lasciato praticamente carta bianca, limitandosi a richiedere una special "ignorante", aggressiva e capace di emozionare con le sue prestazioni. A queste linee guida si è aggiunto il desiderio di Anvil di rompere con il passato e costruire una one-off atipica e fuori dagli schemi: proprio per questo si è deciso di spogliare completamente la S4R e ripartire, dunque, da un foglio bianco.

Il risultato di molte ore di lavoro è quello che potete ammirare in queste foto: una cattivissima bruciasemafori che mischia gli ingredienti tipici della scuola nord-europea delle street-fighter a quelli prettamente yankee delle tracker, con un pizzico di rat-style.

Le sovrastrutture in metallo grezzo sono ridotte davvero all'osso, con un voluto effetto posticcio: caratterizzate da saldature a vista e forme spigolosissime, richiamano il classico telaio a traliccio di Borgo Panigale.

Quello che potete vedere tra la sella e il manubrio non è realmente un serbatoio, ma una copertura per l'airbox: il vero deposito del carburante si trova infatti sotto la sella e viene rifornito tramite un tappo posizionato nella parte superiore del minimale codino.

Il telaio, verniciato di nero, contrasta con il metallo puro del forcellone monobraccio (già di per sé una vera e propria scultura) e delle piastre di sterzo: anche le ruote, delle leggerissime Marchesini, sono in colore scuro, e vestono pneumatici Pirelli MT06RS. Lo scarico è ovviamente fornito da Zard.

Il manubrio alto e largo arriva direttamente dal mondo degli ovali sterrati, mentre la squadrata fanaleria a led contribuisce a dare quel tocco di post-apocalittico che rende così fascinosa questa Monster.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 38 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail