Dovizioso: "Ducati sarà competitiva fino alla fine"

Il forlivese della Ducati, leader del Mondiale MotoGP 2017, fa il punto della situazione a cinque gare dal termine della stagione: "Sono tranquillo..."

A 5 gare dal termine del Motomondiale 2017, Andrea Dovizioso (Ducati Team) guida il Mondiale MotoGP a pari punti con l'iridato in carica Marc Marquez (Honda Repsol), che dopo la vittoria bagnata di Misano Adriatico è riuscito a completare l'aggancio al forlivese, terzo nel GP di San Marino.

In un recente incontro con La Gazzetta dell Sport, il 'Dovi' ha accettato di rispondere ad alcune domande dei suoi fans su diversi temi, ribadendo comunque di essere consapevole delle sue possibilità di vittoria del titolo.

MONTMELO, SPAIN - JUNE 08:   Andrea Dovizioso of Italy and Ducati Team arrives at the press conference pre-event during the MotoGp of Catalunya- Previews at Circuit de Catalunya on June 8, 2017 in Montmelo, Spain.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Riguardo ai circuiti che potrebbero essere favorevoli a Ducati dei 5 rimasti in calendario (Aragon, Motegi, Phillip Island, Sepang e Valencia), il 31enne romagnolo ha osservato:

"Non lo so perché quest'anno le gomme la fanno da padrone e finché non metti le ruote in pista non sai quanto puoi essere competitivo. Per questo fare pronistici è quasi impossibile. Su alcune piste dove abbiamo fatto molta fatica negli ultimi anni, ad esempio, quest'anno siamo stati molto forti. Misano è solo l'ultimo esempio."

"Credo e sono convinto che potremo essere competitivi fino alla fine. Siamo consapevoli della forza di Marquez e della Honda in questo momento, ma non dimentichiamo neppure Maverick (Vinales) e la Yamaha, che possono essere forti quanto noi... ma speriamo non di più."

andrea-dovizioso-ducati-austria-motogp-2017-3.jpg

Riguardo al rapporto con i suoi avversari per il titolo, Dovizioso ha ribadito:

"Io sono tranquillo, non cerco problemi nella vita in generale e tanto meno con i miei avversari. Non mi contro la gente, a mano che non mi viene fatto qualcosa di particolare... mettiamola così. Ho un buon rapporto con Marc, con Maverick, con Valentino e con molti altri piloti."

2017-motogp-ducati-germania-11.jpg

Entrando più nello specifico della sua relazione con Valentino Rossi, il "Dovi" ha spiegato:

"Non ho troppi rapporti con lui, ma non perché c'é qualcosa che non funziona tra di noi, ma perché Valentino ormai è diventato talmente importante nel mondo che, secondo me, ha voluto in un certo senso "isolarsi". Si è fatto un suo "gruppo", e questo è probabilmente il modo migliore per lui per vivere perché, appunto, è diventato "troppo importante"..."

"Per questo la gente fa fatica ad avvicinarsi a lui, a meno che sei uno del suo team o del suo 'gruppo'. Per avvicinarsi a Valentino... dovresti un po' leccare il c*lo, fare cose che... E' un peccato, perché credo ci siano molti aspetti simili tra noi."

ducati-motogp-silverstone-2017-23.jpg

E a riguardo del suo rapporto con il compagno di box Jorge Lorenzo, al primo anno in Ducati al posto di Andrea Iannone, Dovizioso ha confermato un certo distacco tra i due...

"Sicuramente fino ad ora non ci sono stati problemi con Jorge. Lui ha il suo carattere, con pregi e difetti, ma sono cose che a me non toccano. Io faccio il mio lavoro tranquillamente e non sono influenzato dalla sua "importanza" o dei suoi comportamenti. Ma sicuramente gli anni con Iannone non sono stati 'rilassanti'..."

ASSEN, NETHERLANDS - JUNE 23:  Andrea Dovizioso of Italy and Ducati Team  in scooter with marshall staff  during the MotoGP Netherlands - Free Practice on June 23, 2017 in Assen, Netherlands.  (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO