Moto2: ecco il suono del tre cilindri Triumph [Video]

Al Motorcycle Live 2017 gli uomini della casa inglese hanno messo in moto il prototipo di sviluppo

Ad Hinkley i lavori per il futuro da motorista della classe Moto2 continuano a proseguire spediti. Ed ovviamente, quale occasione migliore se non il Motorcycle Live 2017, quello che può esser considerato come un iconico Motorshow per il pubblico inglese, per presentare e far ascoltare il suono del tre cilindri sviluppato da Triumph portato a 765cc.

Il suono, ripreso e catturato dai colleghi di Morebikes.co.uk, mostra qualche problema di "qualità", ma comunque può far capire il lavoro di sviluppo.

E' da sottolineare come la base di sviluppo sia il Daytona 675R che ha vinto all'isola di Man, alla Daytona 200 ed il campionato inglese supersport nel 2014 e nel 2015.

Da li, la base per la Street Triple RS a 765cc.

Caratteristiche tecniche:
Valvole in titanio e molle delle valvole più rigide per un numero di giri aumentato
Alternatore del kit da corsa a bassa uscita per inerzia ridotta
Rapporto di prima marcia più alto
Frizione antisaltellamento regolabile
ECU di gara specifica Magneti Marelli

triumph-moto2.jpg

Moto2: Triumph continua lo sviluppo del suo 3 cilindri ad Aragon


La Triumph continua il suo sviluppo in vista del suo approdo ufficiale nel mondiale di Moto2, e lo fa attraverso un tester di eccezione e tutor nella classe MotoGP: Julian Simon. L'ex campione del mondo della 125cc ai tempi del team Aspar e coach di Tito Rabat, sta confermando le proprie doti di sviluppatore apprezzate anche in passato, tanto da esser chiamato già in precedenza dalla casa di Hinckley per sviluppare il propulsore che diventerà base per la classe di mezzo a partire dal 2019, anno in cui avverrà il passaggio ufficiale dai motori Honda a Triumph.

Come confermato dall'account ufficiale della casa inglese, la scorsa settimana, il lavoro di sviluppo è continuato sul circuito di Aragon. Chiaro è che, se da un lato si lavora per il futuro dei motori della classe Moto2, nulla vieta di pensare che, al contempo, si stia pensando ad uno sviluppo per la prossima Daytona 765. Sarebbe 'delittuoso' infatti, non sviluppare un prodotto a partire dallo sviluppo racing, prassi e metodologia consolidata, oltre che principale motivo di presenza di tutte le case all'interno del mondo delle competizioni.

  • shares
  • Mail