Norton: partnership con i cinesi di Zongshen

Lo storico marchio britannico sta sviluppando un bicilindrico parallelo da 650 cc che verrà prodotto da Zongshen. Intanto, continua lo sviluppo della sportiva V4

norto_zongshen_650-2.jpg

E' degli scorsi giorni la notizia che Norton, lo storico brand inglese "resuscitato" da Stuart Garner, ha stretto un accordo con Zongshen. La partnership tra il marchio britannico e il colosso cinese prevede la produzione su licenza da parte di Zongshen di un motore da 650 cc che sarà sviluppato in Inghilterra da Norton e Ricardo Engineering (specialista che vanta molte collaborazioni in campo auto e motociclistico).

Il nuovo propulsore sarà un bicilindrico parallelo a 4T progettato secondo specifiche Zongshen e compatibile con le normative Euro 4: l'intesa tra i due marchi ha il termine tra 20 anni, ma non si conoscono ancora i dettagli economici. Per ora, si sa solo che si tratta di un accordo da "milioni di dollari", come riportato dal CEO Norton Stuart Garner.

norto_zongshen_650-1.jpg

"Il nostro nuovo propulsore da 650 cc mostra il livello ingegneristico che Norton ha raggiunto in questi anni" aveva dichiarato qualche giorno fa il manager britannico a MCN "La collaborazione con Zongshen permetterà loro di usufruire di un'unità motrice a basse emissioni inquinanti, adeguata agli standard internazionali".

Inutile dire che la notizia ha generato un vespaio di polemiche: c'è chi l'ha accolta favorevolmente come un buon segnale per la salute economica di Norton, e chi invece l'ha presa come l'ennesimo sintomo di "sottomissione" dell'industria britannica ai giganti asiatici (lo scorso ottobre gli indiani di Mahindra avevano annunciato l'acquisizione di BSA, altro marchio storico d'Oltremanica).

Negli ultimi giorni lo stesso Garner ha voluto chiarire alcuni dettagli dell'accordo, rispondendo a tono alle critiche che disapprovano la partnership tra Norton e Zongshen: "Tutti gli esperti da bar ci sono saltati addosso dicendo che ci siamo svenduti ai cinesi, ma non è assolutamente questo il caso. Anzi, è proprio l'inverso: stavamo sviluppando un motore da 650 cc per noi e dopo aver parlato con Zongshen abbiamo separato completamente lo sviluppo per fornirgli un propulsore economico, adatto alla produzione di massa, che possa avere successo nei mercati asiatici e nel Sud America".

Garner ha inoltre annunciato che il bicilindrico parallelo oggetto dell'accordo non arriverà da noi:

"Questo motore non è per l'Europa, non ci arriverà. Rispetto al nostro futuro 650 sarà un propulsore completamente diverso e non sarà marchiato Norton... abbiamo solo venduto a Zongshen la licenza di produrlo. Il 'nostro' propulsore sarà invece derivato da V4: già 5 anni fa sapevamo che la superbike avrebbe avuto un motore a 4 cilindri a V, per cui avremmo potuto sfruttarne la modularità e produrre un bicilindrico parallelo di media cilindrata. E' per questo che per la V4 abbiamo scelto la cilindrata di 1200, invece che il classico litro dei nostri competitors: possiamo condividere i pistoni e aumentare la cubatura allungando solo la corsa, ma anche cambio e distribuzione. Non sarà comunque una moto da grossi volumi... non è nel nostro stile, anche se sarà la nostra entry level: andrà a posizionarsi nella nicchia di Triumph Thruxton e Ducati Monster"

Infine, il CEO della casa inglese ha speso qualche parola proprio sulla tanto attesa V4, la sportiva stradale derivata dalle moto che corrono al Tourist Trophy:

"Stiamo affrontando il processo il omologazione, al momento siamo alle prese con i test del sistema ABS. Molte parti sono già pronte per quando la certificazione Euro 4 sarà completata. Vogliamo iniziare a consegnare le moto entro la fine di quest'anno ma non abbiamo una data precisa... abbiamo parlato con i clienti e loro sono contenti, la moto sarà pronta quando sarà pronta, non abbiamo troppa fretta. I modelli SS sono già stati venduti tutti, e ci sono anche delle liste di clienti 'di riserva'... la RR è ancora in vendita, ma abbiamo già venduto tutta la produzione dei primi 6 mesi. Chi la vuole dovrà attendere un anno"

  • shares
  • Mail